Mini #imu 2013-2014, ecco un vademecum per pagare correttamente ed evitare sanzioni. Dal momento che la scadenza della Mini Imu si sta avvicinando inesorabilmente e i contribuenti hanno ancora molte lacune sulla tassa più discussa del momento, ecco qualche informazione utile per evitare di commettere errori nella compilazione del modello F24.

Per prima cosa chi deve pagare? Moltissimi i Comuni, ben 2400, che hanno fissato un aliquota superiore al 4 per mille, considerata quella base, e dove i cittadini saranno chiamati a versare il 40% della differenza tra gli importi derivanti dalle due aliquote.

Importante dunque, per prima cosa, verificare se il proprio comune rientra tra quelli che hanno innalzato l'aliquota base, qui un elenco dei principali comuni in cui i cittadini sono chiamati a versare il saldo della mini Imu 2013-2014 entro il 24 gennaio 2014:

Con le aliquote più elevate tra il 6 e il 5.5 per mille troviamo: Agrigento, Alessandria, Ancona, Andria, Benevento, Brescia, Caltanissetta, Caserta, Catania, Catanzaro, Cosenza, Cremona, Crotone, Frosinone, Messina, Milano, Napoli, Parma, Perugia, Piacenza, Potenza, Rieti, Rovigo, Siena, Vibo Valentia, Avellino, Foggia, Forlì, Terni e Verbania Genova Livorno.

Con aliquota tra il 5 ed il 4,5 troviamo invece Bologna, Campobasso, Novara Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Roma e Verona Pavia, Salerno, Fermo, Palermo, Varese, Grosseto e Teramo.

È possibile effettuare i calcoli e le simulazioni sul conteggio Mini Imu 2013-2014 utilizzando vari siti online tra cui AmministrazioniComunali.it o i siti dei comuni di residenza che cercano di offrire supporto ai contribuenti, i meno esperti a livello tecnologico stanno prendendo d'assalto i Caf per capire quanto devono pagare.

Se dai calcoli effettuati siete sotto la soglia minima di riferimento che è di euro 12 non è necessario pagare nulla e tantomeno compilare il modello F24

Nelle simulazioni è fondamentale inserire, per avere un riscontro oggettivo corretto sull'importo da versale per la Mini Imu 2013-2014 , le detrazioni fiscali quindi 200 euro per la prima casa e 50 euro per ogni figlio convivente con meno di 26 anni.

I migliori video del giorno

Come si paga? È possibile saldare l'importo dovuto o compilando il modello F24 oppure attraverso il bolletini postali predisposti per il pagamento dell'Imu.

Nel caso il seguente vademecum non vi avesse chiarito le idee o in caso di difficoltà è ovviamente possibile rivolgersi ai Caf e ai propri commercialisti al fine di non commettere errori nell'importo da pagare per la Mini Imu 2013-2014 , anche perché in caso contrario si è passibili di sanzioni.