Il cambio dall'ora solare all'ora legale avverrà nel weekend, nella notte tra sabato 28 marzo e domenica 29 marzo ricordatevi, dunque, alle ore due di spostare le lancette dei vostri orologi avanti di un'ora. Tutto qui? L'operazione in sé pare molto semplice, ma alcuni studi hanno comprovato che il cambio all'ora legale porta con sé diversi effetti indesiderati sulla salute, vediamone i principali

Torna l'ora legale : effetti sulla salute, da insonnia a infarto

Per prima cosa si dormirà un'ora in meno, il cambio dell'ora sebbene porterà con sé un'ora di luce in più non è ben visto da tutti i cittadini, il 50% si dice favorevole, il restante 50% resterebbe all'ora solare.

Pubblicità

Tra gli effetti sulla salute più 'banali' riguardanti il cambio dell'ora vi sono: stanchezza, inappetenza, nervosismo, stress. Tutti effetti collaterali tipici del 'jet lag', una condizione clinica che si verifica generalmente quando si viaggia e si va incontro al fuso orario. Il corpo per farla breve deve riadattarsi al nuovo cambio e spesso questo cambiamento ha delle ricadute anche sul cuore, perché incide sui ritmi cardiaci.

La questione non è immaginaria, è stato infatti comprovato da uno studio effettuato dall'Università del Michigan che il cambio dall'ora solare a legale fa aumentare il rischio di infarto del 24% nel lunedì successivo al giorno dell'entrata in vigore dell'ora legale .

La condizione negativa persiste anche per i tre lunedì successivi del mese, gli Stati Uniti, visto la gravità degli effetti indesiderati sulla propria popolazione ha proposta addirittura l'abolizione del cambio dell'ora.

Ora legale 2015: come fronteggiare il jet lag? 

Quali sono i rimedi che potrebbero adottarsi per evitare forti ricadute sulla salute? Va da sé che dormire un'ora di meno può rendere un pochino 'più stonati' il giorno successivo e può portare ad un deficit di concentrazione, ecco allora che gli esperti, senza creare alcun allarmismo, consigliano semplicemente di dare al vostro corpo il tempo giusto per adeguarsi, come? Basterà ad esempio andare a letto un pochino prima già a partire da questa settimana, in modo tale che le ore di sonno siano sempre ben distribuite e che nella notte tra sabato 28 marzo e domenica 29 non patiate troppo il cambio d'ora.

Pubblicità