Il governo non ha concesso alcuna proroga: la rata della Mini imu si dovrà versare entro 10 giorni e scatena le richieste di aiuto per il calcolo e la compilazione del modello F24 da parte di oltre dieci milioni di contribuenti italiani che sono interessati dal pagamento. I CAF di tutta Italia sono stati presi d'assalto: Valeriano Canepari, coordinatore della Consulta dei CAF e Franco Galbanini, responsabile fiscale di CAF Cisl, lanciano l'allarme.

Il pagamento della Mini Imu a scadenza ravvicinata sta creando molti disagi, in particolar modo nei centri CAF delle città di Roma, Milano, Napoli e Bologna, dove la situazione è divenuta critica e insostenibile.

Tutti gli utenti interessati dal pagamento della tassa si sono riversati in massa nei centri di accoglienza CAF per cercare di sciogliere i dubbi e avere informazioni sull'importo esatto da versare, sul calcolo, sulla compilazione del modello F24 e sulle modalità di pagamento, restando in attesa per ore e mandando in tilt tutti i CAF d'Italia.

Mini Imu: CAF letteralmente presi d'assalto

Il Coordinatore della Consulta dei Caf spiega che i responsabili dei centri versano in gravi difficoltà in questi giorni e che la situazione diventerà insostenibile con il passare delle ore che fanno avvicinare la data di scadenza del pagamento della Mini Imu. Non sono bastati dunque a evitare le code gli strumenti online messi a disposizione degli Italiani per il calcolo e la compilazione del modello F24 da parte dei comuni di Roma, Milano, Bologna e Napoli ma anche di molte altre città Italiane, per aiutare i cittadini.

I migliori video del giorno

Franco Galvanini, responsabile fiscale di CAF Cisl denuncia: "Impossibile lavorare in questo modo, da Milano mi dicono che non ce la faranno e che saranno costretti a lavorare anche di sabato e domenica, adesso stiamo assumendo nuovo personale senza avere il tempo di fornire la adeguata formazione".

A creare ulteriore traffico e disagi negli uffici dei CAF delle città con maggiori abitanti come Roma interviene anche il fattore Tares 2013 che scade nello stesso giorno della Mini Imu (il 24 gennaio 2014) e aumenta il lavoro dei centri di aiuto ai contribuenti.