Si avvicina la scadenza per la comunicazione dati per la dichiarazione annuale Iva 2014. Entro il 28 febbraio i titolari di partita IVA che devono presentare la dichiarazione annuale dovranno riportare le risultanze delle liquidazioni IVA 2013 al fine di determinare l'IVA a credito, oppure dovuta, il tutto senza valutare le operazioni di conguaglio o di rettifica. La comunicazione dati IVA può essere fatta solo online.


Ricordiamo che la comunicazione dati IVA per i titolari di partita IVA tenuti a presentare la dichiarazione annuale, può essere presentata online o per via diretta o attraverso un intermediario. Tale intermediario (abilitato) dovrà rilasciare al contribuente l'impegno a presentare tali dati all'Agenzia delle Entrate, dovrà inoltre rilasciare al cittadino l'originale del modello di comunicazione dei dati IVA, allegando allo stesso una copia di tale comunicazione che comprovi l'effettivo ricevimento della stessa da parte dell'Agenzia delle Entrate. L'intermediario, infine, deve salvare una copia delle varie comunicazioni anche su supporto informatico.


Per quanti devono presentare la dichiarazione annuale IVA 2014 è bene ricordare che in caso di mancata presentazione della comunicazione dati IVA entro la scadenza del 28 febbraio 2014 sono previste sanzioni tra 258 e 2065 euro.


Rimandiamo ad attenta lettura della sezione "Dati IVA Annuale" sul sito dell'Agenzia delle entrate per verificare nel dettaglio tutti i vari casi di esonero dall'obbligo fiscale. Ci limitiamo a ricordare qui che sono esclusi dall'adempimento i cittadini che entro febbraio presentano la dichiarazione annuale IVA, i contribuenti che operano con il Nuovo Regime dei Minimi, coloro che sono soggetti a procedure concorsuali e i produttori agricoli che nell'anno precedente hanno registrato un volume d'affari inferiore ai 7 mila euro.