Ci sono delle novità molto interessanti per quanto riguarda la sanatoria delle cartelle di #Equitalia. Fino a ieri sembrava ormai tutto definito, invece, sono stati avanzati nuovi emendamenti in Commissione Bilancio e Finanze della Camera dei Deputati, i quali hanno spostato la scadenza alla fine del mese di maggio 2014. La notizia è giunta nella serata di ieri, ma per l'entrata in vigore definitiva bisognerà attendere ancora alcuni giorni, probabilmente l'inizio della settimana prossima, quando il decreto arriverà a Montecitorio.

Sanatoria cartelle di Equitalia prorogata al 31 maggio 2014

L'ennesima sorpresa del decreto Salva Roma è giunta all'ultimo minuto, con la proroga della sanatoria delle cartelle esattoriali che viene fissata ora al 31 maggio 2014. La scadenza iniziale della chiusura per il pagamento agevolato delle cartelle di Equitalia era fissata per il 31 marzo scorso, termine ampiamente scaduto, ma le varie vicende dei giorni scorsi hanno portato ad un nuovo slittamento che farà certamente piacere ai contribuenti che hanno ancora degli insoluti con lo Stato.

Dunque, entro la nuova data si potranno saldare i propri debiti, relativi al corrispettivo di ruoli emesso dall'ente di riscossione entro lo scorso 31 ottobre, comprese multe per il mancato pagamento del bollo auto e per la violazione del codice stradale.

Restano esclusi i pagamenti dei contributi previdenziali.

Ricordiamo che la sanatoria delle cartelle di Equitalia permette di pagare i propri debiti in un'unica rata, senza dover pagare alcuna sanzione, né tanto meno interessi, relativi al ritardo. I contribuenti potranno saldare i carichi inclusi nei ruoli emessi da parte di agenzie fiscali e organi statali, regionali, provinciali e comunali, che sono stati affidati in riscossione.