Per gli italiani il quarto mese dell'anno rappresenta un appuntamento importante e inevitabile: la Dichiarazione dei redditi. È infatti giunto il momento di fare i conti con Spesometro e Modello 730.

Il primo è uno strumento ideato dal Fisco, per abbattere l'evasione fiscale. Inizia da giovedì 10 aprile, con comunicazione da parte delle partite Iva, che mettono in atto la liquidazione mensile della comunicazione delle cessioni di bene e presentazioni di servizio rese e ricevute nel 2013.

Dunque occorre presentare tutte le fatture emesse da lavoratori autonomi, professionisti e artigiani. Vanno, quindi, rese note tutte le spese sostenute durante il vecchio anno.

Tale procedura è utilizzata per dimostrare all'Agenzia delle Entrate l'adeguatezza del tenore di vita dichiarato al fisco. Prevede una doppia scadenza: 10 e 22 aprile, ma non si esclude una possibile proroga di sei mesi, richiesta da molti commercialisti.

Modello 730: dichiarazione dei redditi 2014

Entro il 30 aprile occorre presentare il Modello 730, con dichiarazione dei redditi 2014, da coloro che si rivolgono al proprio datore di lavoro oppure all'ente pensionistico. Bisognerà consegnare il 730 ai Caf, entro il 30 maggio 2014.

Quest'anno sono presenti svariate novità nel Modello 730, approvate con il Provvedimento dell'Agenzia dell'Entrate del 15/01/2014, alcune delle quali riguardano le detrazioni per le spese legate alla casa, altre sono rivolte ai lavori di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica.

I migliori video del giorno

Si aggiungono i costi degli affitti per gli studenti e le eventuali spese mediche. Il Modello 730 dell'anno 2014, presenta agevolazioni fiscali, riguardanti ogni figlio a carico. Infatti la somma di denaro salirà dagli 800 ai 950 euro. I documenti che occorrono per la presentazione del Modello 730, sono il CUD, rilasciato dal datore di lavoro, associato alle altre spese detraibili.