Il bonus Irpef, i famosi 80 euro in busta paga, rappresentano al momento la promessa più concreta - e più dibattuta - del Governo di Matteo Renzi. Moltissimi gli italiani che attendono con ansia di ricevere lo stipendio di maggio, che arriverà a giorni e che vedrà appunto il debutto dell'aumento.

Ma a chi spetta il bonus Irpef? Gli ultimi aggiornamenti sulla questione vedono l'intervento dell'Agenzia delle Entrate con una circolare per risolvere alcuni dubbi interpretativi e una importante dichiarazione del premier Renzi riguardo ai pensionati. Andiamo con ordine.

Bonus Irpef, 80 euro: a chi spetta?

Il bonus, la detrazione Irpef di 80 euro in busta paga mensili (ovvero 640 euro annuali), interessa i lavoratori che percepiscono redditi da lavoro dipendente o assimilato al di sotto dei 24 mila euro lordi all'anno.

Per i redditi tra i 24 e i 26 mila euro, la detrazione andrà a scalare proporzionalmente.

Bonus Irpef: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Importanti precisazioni sono arrivate dall'Agenzia delle Entrate nella circolare datata 14 maggio: tra i punti principali, leggiamo che il credito Irpef scatta anche per i lavoratori che percepiscono strumenti a sostegno del reddito, come la cassa integrazione guadagni, l'indennità di mobilità e di disoccupazione.

Per i contribuenti che hanno lavorato solo una parte dell'anno, il datore di lavoro deve calcolare il credito sulla base del periodo di lavoro effettivo. Un esempio: un lavoratore con reddito complessivo di 22mila euro che ha svolto 120 giorni di lavoro nel 2014 avrà diritto a un credito pari a 210,41 euro (640/365 x 120).

Nel calcolo del reddito totale che dà diritto al bonus Irpef non rientrano i redditi soggetti all'imposta sostitutiva per l'incremento di produttività.

I migliori video del giorno

Nel limite dei 26 mila euro rientrano invece, chiarisce la circolare, i redditi provenienti dall'affitto di immobili assoggettati a cedolare secca.

Ultima importante precisazione: il credito spetta anche ai lavoratori deceduti in rapporto al loro periodo di lavoro nel 2014, sarà incassato dagli eredi.

Bonus Irpef, 80 euro, Renzi promette: dal 2015 anche ai pensionati

Il premier l'aveva anticipato negli scorsi giorni, ed è tornato a prometterlo ufficialmente durante le riprese della trasmissione Pomeriggio Cinque, negli studi Mediaset. ''Abbiamo scelto nel 2014 - ha affermato Matteo Renzi, ospite di Barbara D'Urso - di destinare un buono di 80 euro alle famiglie che guadagnano fino ai 1500 euro al mese. Questa stessa cifra di 80 euro arriverà ai pensionati nel 2015. Farlo insieme era impossibile, non avremmo retto''.

Dove reperire le risorse? ''Faremo un ulteriore taglio alla spesa pubblica e ai costi della politica - ha anticipato il presidente del Consiglio -. Le cifre economiche del bonus Irpef ai pensionati sono sostanzialmente le stesse di quelle che hanno riguardato le famiglie. Se si prendono 1000 euro di pensione, si avranno 1080 euro''.