Giugno mese di fuoco per le tasse: vediamo per #Tasi, Imu e Tari 2014 le scadenze, come pagare i tributi sulla casa che compongono la IUC, l'Imposta Unica Municipale, e chi deve effettuare i versamenti entro i termini ultimi stabiliti dalla legge.

Tasi, Imu e Tari 2014, le scadenze

Giunta la proroga per la Tasi 2014, ma non per tutti: le scadenze per pagare la tassa sui servizi indivisibili sono, rispettivamente, quella del 16 giugno per la prima rata, valida in tutti i comuni in cui le delibere con le aliquote sono arrivate entro il 23 maggio scorso, quella del 16 ottobre, nei comuni dove le delibere non sono arrivate, e del 16 dicembre per il saldo finale della seconda rata.

Più che per Tari e #imu è per la Tasi 2014 che la situazione scadenze è complessa: occorre infatti considerare, inoltre, che se i comuni ritardatari non delibereranno entro il 10 settembre (la pubblicazione delle decisioni deve giungere entro il 16), allora salta la rata d'acconto e tutto slitta al 16 dicembre. Tuttavia, almeno questa volta e in questo caso, è difficile che accada poiché in caso di mancate delibere a settembre il versamento dei cittadini andrebbe fatto con aliquota base, e i comuni vorranno sicuramente evitarlo.

Più semplice la situazione scadenze per l'Imu 2014: il 16 giugno si paga la prima rata, il 16 dicembre la seconda. Per la Tari 2014 le scadenze sono due e sono stabilite dalla propria amministrazione comunale: per capire quando pagare la tassa sui rifiuti è bene quindi fare riferimento al sito del proprio comune.

I migliori video del giorno

Tasi e Imu 2014, chi paga e come

Per quanto concerne le abitazioni, l'Imu 2014 si paga su seconde case e prime case di lusso, la Tasi anche sulle prime case. Tra Tasi e Imu esiste poi una importante differenza in merito alle abitazioni in affitto: l'Imu la paga solo il proprietario, la Tasi la paga il proprietario per una quota compresa tra il 70 e il 90%, il resto è a carico dell'inquilino. Per capire quanto deve pagare chi vive in affitto per la Tasi occorre far riferimento alle decisioni della propria amministrazione comunale.

Infine, vediamo come si paga la Tasi, l'Imu e la Tari 2014: Imu e Tasi si pagano con bollettino postale (che se si è molto fortunati viene inviato a casa precompilato dal Comune, che tuttavia non è obbligato a farlo) oppure con modello F24. La Tari si paga con i bollettini precompilati che vengono recapitati presso la propria abitazione.