Il 30 settembre scade il termine per la presentazione del #modello Unico 2014 da parte dei contribuenti obbligati a dichiarare i propri redditi al fisco e che non si sono avvalsi del modello semplificato di dichiarazione (730/2014).

Scadenza presentazione modello Unico 2014

Interessati alla scadenza sono tutti i percettori di reddito da lavoro autonomo e/o professionale che devono obbligatoriamente presentare il modello Unico e i lavoratori dipendenti e pensionati, che pur avendone la possibilità, non hanno presentato il modello 730/2014. Accanto a questi, rientrano nella scadenza del 30 settembre anche tutti quei soggetti che hanno percepito nel 2013 redditi da lavoro occasionale, collaborazioni etc.

non assimilabili a lavoro dipendente e i possessori di soli redditi di terreni e fabbricati che superino il limite di 500 euro.

Come presentare la dichiarazione dei redditi in ritardo

A volte capita che per vari motivi il contribuente dimentichi di presentare la #Dichiarazione dei redditi entro il termine previsto dall'amministrazione finanziaria. In questo caso il contribuente può evitare di incorrere nell'omessa presentazione della dichiarazione dei redditi che comporta le seguenti sanzioni:

  • Se l'omessa presentazione riguarda una dichiarazione chiusa con un debito del contribuente, la sanzione prevista va dal 120% al 240% delle imposte dovute con un minimo di € 258.
  • Se invece e l'omessa presentazione riguarda una dichiarazione chiusa senza nessun debito d'imposta, la sanzione va da un minimo di € 258 a un massimo di € 1.032.

Presentando entro il termine di novanta giorni decorrenti dalla scadenza del 30 settembre, una dichiarazione tardiva avvalendosi dell'istituto del ravvedimento che consente di sanare la tardiva presentazione versando soltanto un decimo della sanzione minima di euro 258,00.

I migliori video del giorno

In pratica con il versamento di soli 25 euro si potrà presentare la dichiarazione dei redditi modello unico/2014 entro il termine del 29 dicembre 2014. Tale sanzione ridotta andrà versata mediante modello F24 utilizzando il codice tributo 8911. Ovviamente nel caso di modello unico 2014 presentato da contribuenti obbligati alla redazione della sola dichiarazione dei redditi, la sanzione sarà di 25 euro mentre per i titolari di partita iva che presentano più dichiarazioni (redditi, iva, Irap) la sanzione sarà di euro venticinque per ogni dichiarazione tardiva. #agenzia delle entrate