Con l'avvicinarsi del pagamento della prima rata della #Tasi 2014 nei Comuni dove non è stata pagata a giugno anche i comuni di Firenze e Torino rendono note aliquote e detrazioni per i propri cittadini. Vediamo nel dettaglio quando si dovrà pagare e quali saranno le detrazioni possibili in queste due città.

Aliquote Tasi 2014 Firenze

La delibera del comune di Firenze è stata pubblicata il 14 agosto 2014 e il Comune ha scelto di far pagare la Tasi 2014 soltanto per gli immobili che non dovevano pagare l'IMU andando a colpire le prime abitazioni con l'aliquota massima consentita, il 3,3 per mille. Sono escluse quindi dal pagamento della Tasi tutte le abitazioni che rientrano nel pagamento dell'IMU, quindi anche le prime abitazioni che rientrano nelle categorie di lusso.

Per quanto riguarda le detrazioni sono due: un massimo di 170 euro, concessa in base alla rendita catastale dell'immobile e una fissa  di 25 euro per ogni figlio residente nella casa fino a 26 anni di età. A pagare è il solo proprietario, gli inquilini sono esonerati dal pagamento, così come tutti gli altri titolari di godimento di usufrutto di abitazione. 

Aliquote Tasi 2014 Torino

Per quanto riguarda il Comune di Torino le aliquote sono state rese note, l'aliquota applicata è quella massima, ovvero il 3,3 per mille per le unità abitative dell'abitazione principale accatastate  come  A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e C/2, C/6 e C/7. Per queste categorie le detrazioni sono di 110 euro per tutti più  30 euro per ogni figli di età inferiore ai 26 anni che vive nella casa. Il codice tributo in questo caso è 3958.

I migliori video del giorno

Per le unità immobiliari accatastate come A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 di cooperative edilizie l'aliquota è sempre del 3,3 per mille, per rendite catastali fino a 700 euro le detrazioni sono di 110 euro e il codice tributo è 3961. Per fabbricati costruiti da imprese costruttrici finchè non sono locati o venuti l'aliquota è del 1 per mille e non spettano detrazioni. In questo caso il codice tributo è 3961.