Tasse e bollette per Tari, Tasi e Imu in questo finale di 2014 a Torino: ecco chi dovrà pagare, quanto e come si paga, le scadenze, le aliquote e le detrazioni previste per il capoluogo piemontese.

Torino, scade il 10 dicembre il termine per pagare il conguaglio Tari: come si calcola

Entro mercoledì 10 dicembre a Torino va pagato il conguaglio Tari, la tassa sui rifiuti a carico delle famiglie. La tassa si calcola sommando una parte fissa che è conteggiata in euro per metri quadrati dell'abitazione ed una parte variabile a seconda del numero di residenti nell'abitazione da uno a sei. Per il pagamento, il Comune di Torino ha inviato a casa dei contribuenti le cartelle, il pagamento deve essere effettuato in posta, in banca o anche utilizzando i servizi internet home banking o dell'Agenzia delle Entrate.

Saldo Tasi entro il 16 dicembre a Torino: chi, quanto e come si calcola la tassa, aliquota e detrazioni

Entro il prossimo 16 dicembre a Torino si pagherà il saldo Tasi 2014: chiamati al versamento saranno i proprietari delle prima case. Il calcolo di quanto dovuto si calcola partendo dalla rendita catastale: la si rivaluta del 5% semplicemente moltiplicando la rendita catastale per 1,05, poi si applica l'aliquota che il Comune ha stabilito nella misura del 3,3 per mille. Si possono applicare le detrazioni che, per Torino, sono le seguenti:

  • 110 euro per le abitazioni che hanno una rendita inferiore ai 700 euro;
  • 30 euro per ogni figlio che vive nell'abitazione e che abbia meno di 26 anni.

Si paga, in pratica, lo stesso importo pagato come acconto, o prima rata, entro il 16 giugno 2014: a casa non sono arrivati avvisi di pagamento, è lo stesso contribuente che dovrà compilare il modello F24 e pagare in posta, in banca o anche su internet.

I migliori video del giorno

Saldo Imu, scadenza 16 dicembre a Torino: chi paga, come si calcola e versa l'imposta

Stessa scadenza della seconda rata Tasi per il saldo Imu 2014 a Torino: chiamati a pagare sono i proprietari delle seconde case e degli altri fabbricati: per procedere al calcolo della tassa, si parte dalla rendita catastale e si applica l'aliquota del 10,6 per mille. Anche per l'imu toccherà al contribuente compilare il modulo F24 e pagare quanto dovuto in banca, alla posta o anche tramite i servizi online.