Con il prossimo modello 730/2015 precompilato (o ordinario) i contribuenti avranno diritto a detrarre alcune tipologie di spese sostenute nell'anno 2014 e che andranno riportate nel quadro E del modello dichiarativo. Andiamo a vedere quali sono le novità intervenute nella compilazione di questo quadro e quali sono i nuovi codici istituiti.

Novità compilazione quadro E modello 730/2015 precompilato - assicurazioni sulla vita

Le novità riguardanti le spese detraibili da indicare nel quadro E del #modello 730/2015 riguardano i righi da E8 a E12 nei quali trovano posto le spese relative ad "altri oneri detraibili" e che vanno indicate mediante l'inserimento di un codice numerico. Una prima novità è rappresentata dall'inserimento di due nuovi codici (36 e 37) con i quali poter detrarre le spese relative ai premi versati per la stipula di contratti di assicurazione sulla vita:

  • con il codice 36 si indicano i premi versati nell'anno 2014 in relazione a contratti di assicurazione aventi per oggetto il rischio di morte o d'invalidità permanente non inferiore al 5%.
  • con il codice 37 vanno invece indicati i premi versati in relazione a contratti di assicurazione che coprono il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana.

Per entrambi i contratti di assicurazione la detrazione fiscale prevista è del 19% ma cambia sensibilmente il limite di spesa detraibile; infatti mentre fino allo scorso anno le spese sostenute in relazione ai contratti di assicurazione sulla vita erano detraibili nel limite massimo di 630 euro, la novità di quest'anno è che :

  • gli oneri identificati con il codice 36 sono detraibili nel limite massimo di 530 euro
  • gli oneri indicati con il codice 37 sono detraibili nel limite massimo di 1.291,14 euro.

In caso di premi versati per ambedue i tipi di contratto, il limite massimo di detrazione è comunque sempre di euro 1.291,14; lo sconto fiscale massimo che si potrà avere nel modello 730/2015 sarà quindi di euro 120 per i contratti del primo tipo (codice 36) e di euro 245 per gli altri (codice 37).

Detrazioni per erogazioni liberali a Onlus e partiti politici nel modello 730/2015

Con il DL n. 83 del 31/05/2015 è stato introdotto un nuovo credito d'imposta per coloro che effettuano erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura (Art-Bonus) per il triennio 2014-2016; il credito spettante è pari al 65% delle somme versate nel 2014 e trova spazio nel nuovo rigo G9 del modello 730/2015, conseguentemente le erogazioni liberali effettuate con:

  • codice 26 - a favore delle attività culturali e artistiche
  • codice 27 - a favore degli enti dello spettacolo
  • codice 28 - a favore di fondazioni operanti nel settore musicale

continuano a essere detraibili solo se per le stesse spese il contribuente non abbia optato per credito d'imposta Art-Bonus; il credito d'imposta di cui al rigo G9 va ripartito in tre rate annuali di pari importo.

Con il codice 41 vanno indicate le spese sostenute per le erogazioni liberali in favore delle Onlus che per il 2014 sono detraibili nella misura del 26% (limite massimo agevolabile euro 2.065,00) mentre con il codice 42 si indicano le erogazioni liberali effettuate nei confronti dei partiti politici (detrazione del 26% per versamenti compresi tra 30 e 30.000 euro annuali). #Detrazioni fiscali