Il modello 730 precompilato scaricabile, da quest'anno in via sperimentale, dal sito dell'agenzia delle entrate, consente ai contribuenti che si sono dotati dell'apposito pin di poter compilare direttamente la propria dichiarazione dei redditi per l'anno 2015. I vantaggi della dichiarazione semplificata modello 730/2015 rispetto alla presentazione del modello Unico 2015 sono molteplici, ma il più importante per i contribuenti è sicuramente rappresentato dalla possibilità di ottenere in tempi rapidi l'eventuale rimborso spettante. Infatti, mentre la presentazione del modello Unico 2015 consente la liquidazione del rimborso da parte dell'agenzia delle entrate soltanto dal secondo anno successivo, il modello 730/2015 permette di avere la liquidazione di quanto spettante direttamente nella busta paga di luglio o nel rateo di pensione di agosto tramite il proprio datore di lavoro o ente pensionistico.

modello 730 2015 senza sostituto: presentazione all'agenzia delle entrate

Per presentare il modello 730/2015 è necessario aver percepito nell'anno 2014:

• Redditi da lavoro dipendente o assimilati

• Redditi da pensione

Ma cosa succede se il contribuente che abbia regolarmente percepito nell'anno 2014 tali redditi, si trova, al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi, a non avere più un sostituto d'imposta che possa effettuare i conguagli nei mesi di luglio o agosto del 2015? Le situazioni che possono verificarsi sono numerose:

  • Perdita del lavoro
  • Cessazione dell'indennità di disoccupazione, mobilità o cassa integrazione erogati dall'INPS
  • Cessazione dell'assegno d'invalidità Inps .. etc...

In tali ipotesi, fino a qualche anno fa, al contribuente non restava altra soluzione che presentare il modello Unico e attendere il rimborso da parte dall'agenzia delle entrate; da qualche anno è invece possibile, anche in assenza di sostituto d'imposta, presentare il modello 730 e ricevere, generalmente prima della fine dell'anno, l'importo a credito spettante.

I migliori video del giorno

Rimborsi e versamenti con il 730 senza sostituto

Il rimborso della dichiarazione senza sostituto, sia che venga presentato il modello 730 precompilato 2015 o che venga presentato il tradizionale modello 730 presso i caf o gli altri intermediari abilitati, avverrà per il tramite dell'agenzia delle entrate con accredito diretto sul conto corrente bancario o postale del contribuente; in alternativa, nel caso di rimborsi inferiori ai mille euro, la somma spettante potrà essere pagata tramite bonifico domiciliato presso le poste italiane o mediante emissione di vaglia cambiario della Banca d'Italia.

Nel caso in cui dal modello 730/2015 senza sostituto emerga, invece, un debito d'imposta, i versamenti dovranno essere effettuati mediante modello F24 alle stesse scadenze previste per la presentazione del modello Unico 2015.