Come oramai tutti sanno il #Canone Rai 2016 si pagherà attraverso la bolletta della luce. Si tratta di una decisione presa alcuni mesi fa dal nostro esecutivo ed in particolare dal Presidente del Consiglio #Matteo Renzi, che spera in questa maniera di sconfiggere definitivamente la forte evasione che da sempre caratterizza il pagamento di questa tassa nel nostro Paese, con punte di oltre il 30%. Questi, secondo alcuni esponenti del nostro #Governo, sono dati non da Paese civile come è l'Italia, che finiscono per penalizzare chi invece il Canone Rai lo paga regolarmente. Con questo nuovo sistema, da poco reso definitivo grazie all'approvazione della Legge di Stabilità nei giorni precedenti al Natale, sarà molto più difficile se non addirittura impossibile evadere il Canone. 

Niente più suggellamento

Il Canone Rai 2016 si pagherà solo nella prima casa in cui si ha la residenza.

Chi possiede più abitazioni lo dovrà quindi pagare solo una volta. Questa tassa va pagata da tutti coloro che sono in possesso di almeno un apparecchio televisivo. Da quest'anno il 'suggellamento' del televisore non sarà più possibile, come opzione per non pagare il Canone Rai 2016. Quindi solo chi non possiede realmente un televisore nella propria abitazione potrà non pagare questa tassa. Il possesso tuttavia si presume e dunque toccherà all'utente dimostrare attraverso una propria dichiarazione da inviare all'Agenzia delle Entrate di trovarsi in questa condizione. L'importo del Canone per quest'anno ammonta a 100 euro, quindi 13,50 euro meno di quanto si pagava fino allo scorso anno.

Nel 2016 si inizia a pagare da luglio

Il pagamento dovrebbe avvenire in rate da 20 euro, per chi riceve la bolletta della luce con cadenza bimestrale.

I migliori video del giorno

Eccezionalmente solo per quest'anno, per dare tempo alle aziende di energia elettrica di adeguarsi alla nuova normativa, il Canone Rai 2016 si inizierà a pagare solo con la bolletta della luce di luglio. Gli utenti dunque si troveranno a pagare una maxi rata di 70 euro comprensiva dei mancati pagamenti relativi alle fatture precedenti. Dal 2017 invece tutto procederà secondo la cadenze normali e dunque il Canone si inizierà a pagare già a partire dalla prima bolletta dell'anno.