Sembra arrivato il momento di pagare per l'ultima volta le tasse sulla prima casa, anche se dal 2016 si continuerà a versare quelle in riferimento agli altri immobili di proprietà. La scadenza per versare questa rata di #imu e #Tasi, la cui prima fetta di tasse è stata pagata già nel mese di giugno, è il prossimo 16 dicembre. Così come per il 2014 anche in questo 2015 l'ombra delle tasse si fa alle porte proprio alla vigilia del Natale. Anche a dicembre si ripropone però il dilemma che è stato protagonista del pagamento relativo alle imposte nel mese di giugno, quello delle aliquote. Vediamo ora come scoprire l'aliquota con la quale verrà calcolato il vostro saldo Imu e Tasi.

Il rebus delle aliquote

Le aliquote Imu e Tasi sono differenti ma in molti Comuni italiani, come avvenuto a giugno, non è stata effettuata ad oggi la delibera delle aliquote per il 2015.

Sei mesi fa la risoluzione fu quella di dare più tempo ai Comuni ritardatari, in vista di questa seconda fase di riscossione che si concluderà il prossimo 16 dicembre, e lasciare che i contribuenti pagassero con l'aliquota corrispondente all'anno 2014. Nonostante i Comuni ritardatari non superino più le 2mila unità, come accadde a giugno, parliamo sempre di centinaia e per molti cittadini questo è un problema. I consigli principali che ci sentiamo di dare ai cittadini che si trovano nella condizione di non riuscire a gestire con fermezza questo rompicapo sono quelli in primo luogo di verificare sul sito ufficiale del proprio comune alla sezione apposita se è stata o meno presentata l'aliquota per l'anno corrente.

Come effettuare il calcolo dell'importo a saldo

Il cittadino potrebbe trovarsi davanti al caso in cui il Comune abbia confermato le aliquote dell'anno precedente e si troverebbe così a dover versare la stessa cifra dell'acconto pagata lo scorso giugno oppure nella condizione in cui l'aliquota venga modificata.

I migliori video del giorno

Questa seconda opzione obbliga il ricalcolo della tasse che deve essere effettuato calcolando l'imposta su base annuale con il nuovo parametro e detrarre da essa il valore dell'importo pagato a giugno come acconto. #Matteo Renzi