Il bonus ristrutturazioni 2016 sarà esteso fino alla fine dell'anno con la conferma come gli anni passati della detrazione fiscale al 50%. Questo è quanto emerge dalle delibere avviate in seguito all'approvazione della legge di stabilità dell'anno in corso. Con la proroga quindi sarà possibile usufruire del bonus fino entro il 31 dicembre 2016, a partire dal 1 gennaio 2017 la percentuale di rimborso passerà dal 50% al 36% salvo un'ennesima proroga da parte dell'esecutivo. 

Requisiti bonus ristrutturazioni 2016

Per poter accedere al rimborso della metà delle spese è stato fissato un tetto massimo pari a 96 mila euro per ogni immobile, chi sforerà tale cifra automaticamente non avrà diritto ad alcuna detrazione al momento della dichiarazione dei redditi.

Resta ampio l'elenco delle tipologie di lavori compresi. Potranno infatti percepire il bonus 2016 i proprietari di immobili che opereranno sulle parti in comune di edifici residenziali, restauro e risanamento, manutenzione straordinaria. Tutte le tipologie di immobili sono comprese, anche i rurali.

Prevista la detrazione anche in favore degli interventi finalizzati ad eliminare le barriere architettoniche, alla realizzazione di posti auto, interventi di cablatura e per ridurre l'inquinamento acustico e l'installazione di apparecchi per la sicurezza domestica come i rilevatori di gas o vetri infrangibili. 

Detrazione fiscale al 65%

Potranno usufruire della detrazione fiscale del 65% i propietari di immobili che costruiranno adoperando tecniche antisismiche per restando entro il tetto massimo di spesa fissato a 96 mila euro.

I migliori video del giorno

Gli interventi inoltre vanno realizzati nelle zone 1 e 2 quindi con una pericolosità sismica notevole. Tale detrazione dal 2017 passerà al 365 e con un tetto massimo di spesa dimezzato: 48 mila euro. Il rimborso al momento della dichiarazione dei redditi avverrà nel corso dei prossimi dieci anni,

Per continuare ad avere aggiornamenti sul bonus ristrutturazioni 2016 e la detrazione fiscale clicca 'Segui' in alto. Per commentare usa il riquadro in basso.