Arrivano nuovi aggiornamenti in merito al pagamento del #Canone Rai 2016, in particolare per quanto concerne coloro che possiedono uno schermo non adatto alla ricezione di trasmissioni televisive. La vicenda è emersa dopo che ad un'agenzia bancaria nella provincia di Palermo era stato contestato il mancato pagamento del Canone Rai, visto che gli uffici erano dotati di un monitor per la videoregistrazione degli ambienti di lavoro. Secondo quanto appurato, la strumentazione era però dedicata esclusivamente ad attività di sorveglianza e sicurezza, non essendo predisposta per poter ricevere i segnali TV. Stante la situazione, la Commissione tributaria ha confermato che non era dovuto il pagamento del Canone Rai, così come non lo è nel caso di monitor dedicati ad apparati di sorveglianza, purché i dispositivo risultino logicamente senza sintonizzatore.

Canone TV, ecco chi è tenuto al pagamento

Secondo quanto previsto dall'attuale normativa, il canone tv deve essere pagato da "chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive, indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo". La questione è stata definita con diverse sentenze della corte costituzionale. A partire da quest'anno il canone Tv sarà trattenuto all'interno della bolletta elettrica, pertanto per i privati la presenza di un contratto con un gestore farà presumere automaticamente il possesso di un apparecchio utile alla fruizione dei canali televisivi. Nel caso in cui ciò non corrispondesse all'effettiva situazione sul campo, è possibile inviare una dichiarazione allo sportello SAT dell'Agenzia delle Entrate, con la quale si attesta di non possedere nessun apparecchio.

I migliori video del giorno

Ricordiamo infine che la presunzione di detenzione dell'apparecchio televisivo si applica solo alle utenze di energia nel luogo in cui una persona ha la propria residenza.

E voi, cosa pensate delle ultime novità in merito al pagamento del Canone Rai 2016? Fateci conoscere la vostra opinione al riguardo attraverso l'aggiunta di un nuovo commento, mentre per restare aggiornati e ricevere le prossime notizie sul tema vi ricordiamo di usare l'apposita funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo. #Televisione