Grazie ad alcune novità introdotte mediante la Legge di Stabilità del 2016, sono stati concessi dei piccoli crediti d'imposta dei quali potranno beneficiare i contribuenti privati, sia persone fisiche che giuridiche, per l'anno di imposta del 2016. È stato riconosciuto un piccolo credito di imposta per tutti gli studenti iscritti ai conservatori di musica e agli istituti musicali (parificati), per l'acquisto dello strumento musicale che si sta studiando. Per lo studente di pianoforte, ad esempio, verrà accordato un credito d'imposta per l'acquisto dello strumento suonato e non per uno strumento alternativo. 

Per potere beneficiare dell'agevolazione prevista nella legge di stabilità 2016, lo studente dovrà recarsi presso un rivenditore e presentare il proprio certificato d'iscrizione presso l'istituto dove studia con annesse le proprie generalità e lo strumento che si sta studiando.

Il contributo ammonta ad una cifra che non può superare i mille euro, che il rivenditore accorda come uno sconto che successivamente il contribuente potrà far valere come credito d'imposta e portarlo in compensazione.

I crediti d'imposta per gli School Bonus e i sistemi di videosorveglianza

Nella legge di stabilità è contenuto anche il cosiddetto School Bonus, del quale beneficeranno coloro che hanno erogato liberalmente denaro ad istituti d'istruzione per realizzare interventi sulle strutture o per la manutenzione degli stessi edifici scolastici. L'agevolazione è riconosciuta nella misura del 65% per le erogazioni sostenute negli anni 2016 e 2017, del 50% per quelle effettuate nel 2018.

Un credito d'imposta è stato anche riconosciuto a coloro che sostengono le spese relativamente ai sistemi di videosorveglianza, al di fuori dell'attività di impresa.

I migliori video del giorno

Il credito è riconosciuto a coloro che installano sistemi di videosorveglianza digitali o allarmi, e per coloro che installano un sistema connesso con gli istituti di vigilanza. Coloro che sostengono questo tipo di spese potranno poi detrarle dalle imposte sul reddito, anche se, per la definizione delle procedure occorrerà attendere il Mef in programma a marzo. #Detrazioni fiscali