Le scadenze dello Spesometro 2016 sono più vicine di quanto si possa pensare, dato che si concentrano tutte nel mese di aprile e primi di maggio. L'#agenzia delle entrate ha fornito le istruzioni per quest'anno. Ricordiamo che la deroga concessa a ristoranti con somministrazione di alimenti e bevande in pubblici servizi, viaggi /turismo e commercianti al dettaglio è scaduta. Nello spesometro vanno indicate le operazioni con obbligo di fattura, indipendentemente dall’importo e quelle senza obbligo di fattura per importo pari o maggiore di 3.600 euro (al lordo dell’#Iva). Sono incluse anche le operazioni soggette a split payment (iva versata all'Erario) e reverse Charge (iva non addebitata in fattura).

Le scadenze previste sono:

  • 11 aprile: contribuenti con liquidazione IVA mensile;

  • 20 aprile: contribuenti con liquidazione IVA trimestrate;

  • 2 maggio: operatori finanziari che comunicano acquisti maggiori di 3.600 euro effettuati con carta di credito o bancomat.

Scopri anche le scadenze del modello 730 precompilato.

Esoneri ed esenzioni dello Spesometro 2016

Sono esonerati dalla presentazione dello Spesometro 2016 tutti coloro che hanno optato dal primo gennaio 2015 per la trasmissione quotidiana telematica delle fatture elettroniche all'Agenzia delle Entrate (vedi articolo 50-bis del decreto). Sono esonerati dalla comunicazione anche i contribuenti soggetti al Regime dei Minimi e a quello Forfettario, il curatore fallimentare, i Commissari liquidatori e i non residenti con stabile organizzazione in Italia.

I migliori video del giorno

Sono escluse dallo spesometro le operazioni fuori campo Iva e quelle già monitorate dal Fisco, come la fornitura di servizi telefonici ed elettrici, i contratti assicurativi, i modello INTRA, i pagamenti tra privati avvenuti con moneta elettronica, i contratti assicurativi e gli acquisti di beni da San Marino, se comunicati precedentemente. Scopri anche chi è esonerato dal modello Unico e dal 730.

Il software dell'Agenzia delle Entrate

L’ Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti il software per la compilazione del modello polivalente. Potete scaricarlo gratis dal seguente indirizzo web: agenziaentrate.gov.it/.