A breve i contribuenti italiani avranno a che fare con la #Dichiarazione dei redditi 2016, che sia il modello 730 o il #modello Unico. Non tutti però sono tenuti alla presentazione al Fisco della dichiarazione. Nell'articolo di oggi elencheremo le categorie di contribuenti che sono esonerate dall'obbligo di presentazione.

Gli esonerati dalla dichiarazione dei redditi 2016, 730 e Unico

La legge prevede per alcune categorie di contribuenti l'esonero dalla presentazione del modello Unico o del #modello 730 per la dichiarazione dei redditi. Chi non deve presentarla?

  • Chi percepisce un reddito annuo che non supera i 4.800 euro (al netto dell’abitazione principale);

  • chi percepisce un reddito inferiore a 500 euro per il possesso di terreni o fabbricati;

  • chi possiede solo reddito da abitazione principale;

  • chi percepisce redditi di lavoro dipendente da un unico datore di lavoro, che opera da sostituto d'imposta versando le ritenute d’acconto;

  • chi percepisce solo redditi soggetti a imposta sostitutiva (come ad esempio i titoli di Stato);

  • chi percepisce un reddito annuo da lavoro dipendente complessivo inferiore a 8.000 euro (al netto dell'abitazione principale).

Casi speciali di esenzione da dichiarazione 

Esistono poi altre categorie di reddito, considerati casi speciali, che sono esentati dalla dichiarazione dei redditi.

Si tratta di:

  • rendite Inail per morte o invalidità permanente;

  • alcuni tipi di borse di studio,

  • la pensione di guerra,

  • la pensione privilegiata erogata ai militari di leva,

  • le indennità

  • gli assegni per invalidi civili,

  • le pensioni sociali,

  • i compensi per attività sportive dilettantistiche,

  • l’assegno di mantenimento al coniuge

  • altre tipologie di reddito fino a un importo massimo di 7.500 euro.

La presentazione della dichiarazione dei redditi permette in diversi casi di ottenere rimborsi anche a soggetti esenti, motivo per cui molti professionisti consigliano di presentarla ugualmente. Per maggiori informazioni, dettagliate e adattate al vostro caso specifico, è opportuno consultare un commercialista.