L'Agenzia delle Entrate, con Comunicato Stampa dell'8 Agosto 2016, ha fatto sapere che è attiva sul proprio sito una Sezione dedicata alla risoluzione di dubbi e perplessità circa il rimborso del Canone Rai 2016

L'emanazione di un Comunicato Stampa si è reso necessario per sopperire alle numerose richieste di chiarimento provenienti dai contribuenti all'indirizzo del Fisco attraverso la pagina Facebook. Vi sono stati diversi contribuenti che hanno richiesto maggiori chiarimenti ed ulteriori informazioni in ordine ai termini ed alle modalità di rimborso del canone Tv. 

La Sezione Faq 

Il comunicato stampa invita a visitare la Sezione Faq ove sono presenti una serie di domande con relative risposte approntate dal personale dell'amministrazione per venire incontro alle esigenze di chiarezza dei contribuenti.

La Sezione Faq è organizzata in quattro voci: chi deve pagare il canone, dichiarazione di non detenzione, addebito del canone nelle fatture elettriche e rimborso del canone Tv addebitate nelle fatture elettriche.

Proprio quest'ultima voce è quella che il Fisco invita a visitare per chiarire eventuali dubbi in merito alla questione dei rimborsi dell'abbonamento Tv. In tale area sono elencate una quindicina  di domande con relativa risposta. Ad esempio: chi può chiedere il rimborso del Canone Rai? (domanda ovviamente più frequente per capire come ottenere il rimborso) oppure "Come si presenta la richiesta di rimborso?". Domande che possono sembrare banali, ma che invece aiutano moltissimo i meno esperti in materia.

Tante altre domande presenti sul sito, come ad esempio "Per quali motivi posso chiedere il rimborso del canone Tv addebitato nella bolletta elettrica?" oppure "Ho 75 anni e possiedo un reddito familiare inferiore ai 6.713,98, mi è stato addebitato il canone, posso chiedere il rimborso? Sono queste, ed altre ancora, le Faq cui l'Agenzia delle Entrate invita a leggere per dissipare eventuali dubbi in materia di rimborso Tv.

I migliori video del giorno

In questo modo tutti riusciranno a capire come comportarsi davanti alle utenze della corrente elettrica, maggiorate per via del Canone TV.