Come una vera e propria soap opera che si rispetti, anche quella del #Canone Rai arriva alla fine. Il TAR del Lazio, chiamato a pronunciarsi in merito all'illegittimità del pagamento della tassa sulla Tv in bolletta, ha preso la sua decisione e da poche ore è stata resa pubblica. Il ricorso al TAR del Lazio era stato presentato da Altroconsumo, al fine di chiarire una procedura, quella del versamento attraverso la fornitura di energia elettrica, ritenuta non legittima, in quanto le società che forniscono luce e gas non avrebbero alcun titolo per effettuare una riscossione di imposte, perché aziende private e non legate allo Stato.

Il TAR ha deciso per il Canone Rai in bolletta

La decisione del TAR del Lazio non farà felici i numerosi consumatori che hanno creduto in una eventuale illegittimità del Canone Rai in bolletta.

Infatti il Tribunale Regionale del Lazio ha deciso di non accogliere il ricorso presentato dall'associazione consumatori poiché, secondo quanto si legge nell'ordinanza, non ci sono motivi di illegittimità, e pertanto la procedura di pagamento della tassa attraverso la fornitura dell'energia elettrica viene ritenuta idonea. Nonostante il fatto che tanti consumatori speravano in un rimborso delle rate pagate inerenti il Canone Rai, dopo questa pronuncia non sarà certamente possibile avere indietro il conguaglio di 70 euro, versato con la fattura dell'elettricità di luglio, poiché non sussiste alcuna illegittimità.

La protesta degli utenti e la possibile multa per chi non paga il Canone Rai

Nonostante il Tribunale abbia deciso che la tassa sulla Tv debba comunque essere pagata nella bolletta elettrica, respingendo il ricorso presentato dall'associazione consumatori, le proteste attraverso i social non si arrestano.

I migliori video del giorno

Tanti utenti sono adirati per il fatto di essere stati obbligati, attraverso l'utenza elettrica, al pagamento di una tassa ritenuta ingiusta, soprattutto dopo il recente scandalo degli stipendi d'oro in casa Rai. Difatti la polemica continua a montare e l'indignazione è aumentata, e in molti hanno deciso, nonostante l'Agenzia delle Entrate abbia comunicato di un'eventuale multa per chi evade la tassa, di pagare solo ed esclusivamente i consumi elettrici, aggirando così il versamento del Canone Rai in bolletta.