Nei primi dieci mesi del 2016 le entrate tributarie erariali hanno superato di poco quota 347 miliardi di euro. Il dato, reso noto dal ministero dell'Economia e delle finanze, rivela un +4,2 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Aumento del 3,7 nel gettito delle imposte dirette. Irpef +3,2, Ires +9,7. In diminuzione, invece, le entrate riguardanti le imposte sostitutive sui redditi da capitale e sulle plusvalenze: -53,7.

Circa sette milioni derivanti da accertamenti e controlli

In tema di imposte indirette emerge un considerevole + 4,9. In crescita le entrate Iva: +5,5, incremento del 12,6% per l'Imposta di registro.

Quasi stabili le entrate inerenti l'accisa sui prodotti energetici e derivati: +0,3. Discorso diverso per l'accisa sul gas metano: +22,7. Le entrate da giochi, sono cresciute del 22,2 per cento, precisamente 2 miliardi e 187 milioni di euro in più. Infine, nel gettito scaturito da accertamenti e controlli, 6 miliardi e 816 milioni, stato riscontrato un aumento del 2,4 per cento.