Ebbene si anche il #Bollo auto va in #prescrizione, lo ha stabilito una sentenza della #Corte di Cassazione che ha affermato "Dopo 3 anni le Regioni non possono più richiedere nulla".

Cosa ha stabilito la Corte

Secondo quanto decretato nella sentenza numero 20425/2017, il pagamento del bollo auto non saldato non può più essere richiesto dopo 3 anni ed il motivo è la prescrizione. A partire dal 1 gennaio successivo ai 3 anni della scadenza infatti, le Regioni non avranno più alcun diritto a richiedere il pagamento al titolare del veicolo [VIDEO] per decadenza del diritto all'esigibilità del pagamento dovuto. Con questa sentenza quindi, è stata bocciata la proposta delle Regioni le quali avevano richiesto un termine di 10 anni per la prescrizione della tassa del bollo auto.

Com'era prima della sentenza

Prima che venisse emanata la sentenza, se la cartella di accertamento veniva erogata entro il 31 dicembre dopo la scadenza dei tre anni dalla data di riferimento e il contribuente non si attivava per pagare la somma o impugnare l'avviso, la cartella successiva sarebbe potuta essere notificata in 10 anni invece che in 5; mediante la sentenza numero 23397/2016 la Cassazione aveva definito il termine dei dieci anni non possibile in quanto "la scadenza del termine perentorio non produce la conversione della prescrizione da breve a decennale".

Successivamente, con l'ultima sentenza 20425/2017, è stato precisato che l'ordinamento viene applicato solo alle cartelle esattoriali riguardanti il pagamento del bollo auto e, se notificate prima del termine ultimo dei tre anni, non potranno essere erogate entro il termine ultimo di cinque anni.

Facciamo anche presente che, nel caso in cui un ente di riscossione dovesse emanare atti di pignoramento, sarà possibile fare un ricorso al giudice per far valere i propri diritti [VIDEO]. Per fare un esempio pratico: se non avete pagato il bollo auto nel 2014 fino al 31 dicembre 2017 e non avete ricevuto a casa nessun tipo di cartella esattoriale, allora il vostro debito potrà, in automatico, essere considerato estinto e questo significa che se riceverete un avviso di pagamento relativo all'anno 2014 nel 2018, potrete non pagarlo poichè si è verificata la prescrizione ma attenzione, provvedete a fare ricorso entro 60 giorni dal ricevimento dell'avviso poichè la notifica dell'atto interrompe temporaneamente la prescrizione per altri 36 mesi.