L’estate sta finendo, recitava una vecchia canzone. Dunque, settembre si avvicina. E fra comprensibili nostalgie della vacanza appena conclusa e il ricordo di divertenti scatti fotografici ci si immerge nella consueta routine quotidiana. Impegni di lavoro, adempimenti vari. Tra i quali non si possono assolutamente tralasciare le fatidiche scadenze fiscali. Una categorie sempre in agguato, che non va mai in ferie e di cui conviene non dimenticarsi, pena il pagamento di sanzioni e more pronte ad incrementare le già alte somme da versare.

Vediamo insieme quali sono le principali #scadenze fiscali che bisognerebbe rispettare nel bimestre settembre-ottobre 2017.

Non solo Spesometro

Purtroppo, non passa mese in cui non si debbano versare tasse e imposte allo Stato. Trascorso il mese di agosto in cui la famosa e controversa '#tregua fiscale' avrebbe permesso a tutti i contribuenti di tirare un sospiro di sollievo, ecco che ritornano le prime scadenze fiscali da rispettare. In effetti, già il 21 agosto occorreva versare l'Iva del secondo trimestre, e per quanto riguarda artigiani e commercianti, anche la seconda rata dei rispettivi contributi Inps.

A settembre invece, il lunedì 4 è la data in cui verranno ripristinati tutti i termini sospesi dalla cosiddetta tregua estiva per la presentazione dei documenti all’Agenzia delle Entrate e del pagamento di tasse e imposte arretrate che sarebbero risulta inevase dai vari controlli automatici. Si giunge così al 18 settembre, giorno in cui tra le principali scadenze fiscali si trovano quelle relative al versamento di eventuali ritenute fiscali, contributi previdenziali e assistenziali, e l'IVA.

I migliori video del giorno

Tuttavia, sempre il giorno 18 settembre sarà anche l’ultimo giorno utile per trasmettere le comunicazioni telematiche riguardanti dati delle liquidazioni dell’IVA relativi al trimestre aprile-maggio-giugno e l'elenco delle fatture emesse ed effettivamente incassate del primo trimestre. Altra data che non può mancare nel promemoria delle scadenze fiscali è quella del 25 settembre, giorno in cui devono essere presentati all’Ufficio territoriale gli elenchi Intrastat.

Le scadenze di ottobre

Per quanto riguarda il mese di ottobre, i principali giorni da ricordare sono senza dubbio il lunedì 2, giornata nella quale devono necessariamente essere definite tutte le liti pendenti. Il 31 ottobre invece, sarà una di quelle date da ricordare assolutamente per le scadenze fiscali in quanto è prevista la presentazione della dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770) e delle dichiarazioni in materia di imposta sui redditi e di IRAP.

Certo, il tutto in attesa che arrivi la tanto auspicata semplificazione fiscale. #tasse e imposta