Il Bollo auto è una tassa che grava sui possessori di autoveicoli e viene versato alla regione in cui il proprietario del mezzo risiede. Su tale tassa esistono molto dubbi e perplessità da parte degli utenti ed oggi vogliamo chiarire alcuni punti. In particolar modo ci andremo a concentrare sulle persone disabili e sui loro familiari [VIDEO], per capire se il bollo auto deve essere pagato o meno da quest'ultimi.

Chiarimenti sul bollo auto per i disabili

Il cartellino sul parabrezza viene rilasciato a persone disabili permanenti o temporanei, a causa di infortuni o altre patologie. Questo 'contrassegno' può essere dunque di tipo temporaneo o definitivo, dipende dalla gravità della situazione, la certificazione medica che attesta il cartellino deve appunto specificare questo particolare.

L'esenzione dal bollo auto non per forza coincide con il cartellino di disabilità che possiamo notare sopra il parabrezza di un disabile. L'esenzione non spetta infatti a tutti e non è legata alla legge 104 o al tipo di gravità dimostrata dalla persona. L'esenzione dipende invece dal tipo di invalidità da cui si è affetti. Possono usufruire dell'esenzione i seguenti soggetti:

  • Persone sorde o non vedenti
  • Disabili con handicap mentale
  • Disabili con gravi capacità di deambulazione
  • Invalidi con poche capacità motorie.

Esenti anche i familiari degli invalidi?

Chi ha una disabilità, ha delle agevolazioni sull'acquisto di automobili e la sua gestione. Molti non sanno però, che anche i familiari degli invalidi possono talvolta trarre vantaggio dall'esenzione, dato che una persona disabile spesso e volentieri non è in grado di guidare o gestire un automobile.

Per usufruire dell'esenzione, il familiare del disabile deve avere a carico quest'ultimo e l'invalido non deve superare il reddito [VIDEO] di 2.840,51 euro l'anno.

Se invece il disabile supera i 2.840,51 euro, l'esenzione dal bollo auto spetterà solo al disabile e non al familiare. Alcuni disabili con gravi deficit, hanno diritto ad un auto tramite la legge 104. Per ottenere l'auto, non è necessario che il veicolo sia usato dall'invalido ma a beneficio del disabile. Non è inoltre indispensabile che l'auto sia intestata all'invalido, ma può essere intestata anche ai familiari. Inoltre la famiglia del disabile deve usare il veicolo solo saltuariamente. La legge vuole infatti evitare che l'acquisto dell'auto da parte di una persona con problematiche, sia solo un modo per ottenere uno sconto.