A partire dal 1 dicembre 2017, gli autoveicoli ibridi sono esenti dal pagamento del Bollo auto. Tale esenzione riguarda i veicoli con potenza inferiore ai 1000KW. Per esempio, un automobile ibrida che è stata immatricolata a maggio 2015, dovrà pagare il bollo per quanto riguarda aprile 2016, 2017 e 2018 mentre sarà esente per l'anno 2019 e 2020. Un veicolo ibrido [VIDEO] che è stato invece immatricolato a dicembre 2017 e che è inferiore ai 100 KW, beneficerà di cinque anni di esenzione. La 'sentenza' è stata approvata dalla regione Piemonte, la quale ha appunto inviato gli esenti a non pagare il bollo auto.

Chi può fare richiesta dell'esenzione da bollo?

Questa legge è stata approvata qualche giorno fa e contiene diverse agevolazioni.

Adesso invece vogliamo fare chiarezza sull'esenzione da bollo auto e su chi può farne richiesta. Possono richiedere l'esenzione coloro che sono affetti da disabilità come ad esempio la cecità o disabilità che comportano problematiche sulle capacità motorie, sia permanenti che temporanee. Chi possiede la legge 104 non è tenuto a pagare il bollo su automobili condotti da disabili o da familiari degli invalidi che usano il veicolo a beneficio del parente con problematiche.

La cosa indispensabile è però che il veicolo sia intestato alla persona disabile stessa o ad un parente di quest'ultimo che usufruisce del veicolo per agevolare gli spostamenti del disabile. Se il veicolo è intestato al parente però, è necessario che il disabile sia a carico di quest'ultimo e che il reddito annuo dell'invalido non superi i 2840,51 euro, altrimenti non si potrà far uso dell'esenzione da bollo auto.

I criteri da rispettare

Sul reddito sopra elencato, ci sono alcune cose da tenere in conto. Ad esempio sono esclusi da questo limite i redditi da pensioni sociali, pensioni erogate agli invalidi civili, ai sordi e ai cechi. L'esenzione dalla tassa si applica inoltre su un solo mezzo. Ma come si può fare la richiesta? I documenti devono essere presentati almeno 90 giorni prima [VIDEO]dalla scadenza del bollo auto e la documentazione dovrà essere presentata dal disabile soltanto per il primo anno dalla richiesta. I documenti devono contenere le seguenti cose: copia della carta di circolazione, una copia della patente speciale e 2 copie del documento per il riconoscimento. A partire dal prossimo anno, se gli enti addetti si accorgono del mancato pagamento di alcune tasse sull'auto, sarà richiesto il pagamento di tutti i bolli auto non pagati.