Sono stati pubblicati online [VIDEO]sul sito dell'agenzia delle entrate i nuovi modelli relativi alla compilazione della Dichiarazione dei redditi 2018. Nella modulistica appena pubblicata nella data del 15 gennaio e disponibile in rete per tutti gli utenti interessati, è possibile trovare anche le istruzioni per la compilazione per la presentazione del nuovo 730, del modello 770 e quello inerente la Certificazione Unica.

Dichiarazione dei redditi: le novità per i contribuenti

Le principali novità introdotte nei modelli adottati per il 2018 dall’Agenzia delle Entrate sono diverse e interessano, in particolar modo, nuove integrazioni nelle varie sezioni di compilazione.

Per quanto concerne il modello per la Certificazione Unica (CU 2018), ad esempio, risulta ampliato nella sezione per i lavoratori dipendenti con riferimento ai relativi premi di risultato e il ‘welfare’, il sistema sociale atto a garantire e tutelare i cittadini per la possibile fruizione dei servizi sociali a loro dedicati. La scadenza della sua presentazione per quest’anno è programmata per il 3 aprile 2018. La principale novità, invece, del nuovo modello 770, riguarderebbe, in particolar modo, le compensazioni tramite F4. Il 770 è il modello che deve presentare, per conto dell'utente, una figura legalmente riconosciuta e che opera sostituendo il contribuente nel rapporto con gli enti preposti e occupandosi dei suoi versamenti allo Stato. La presentazione del modello 770 per il 2018 dovrà avvenire entro e non oltre la data stabilita del 31 ottobre 2018.

Le novità del modello 730 per il 2018

La principale novità [VIDEO]inerente il 730 riguarda, in particola modo, il termine della sua presentazione che sarebbe stata resa unica per tutti i vari contribuenti. Infatti da quest'anno gli utenti che presenteranno la propria dichiarazione avvalendosi dell'assistenza di un Caf o di un commercialista oppure optando per la precompilata potranno presentarla nella stessa data che per quest'anno è prevista per il 23 luglio 2018. Per il 2018 sono state aggiornate, inoltre, alcune percentuali dei bonus per le detrazioni fiscali inerenti i lavori di ristrutturazione con criteri antisismici e di tipo energetico ed innalzato il tetto di detrazione annua a 717 euro per le spese per l'istruzione primaria e secondaria. Altra novità riguarderà la compilazione dei quadri B e D per la dichiarazione dei redditi provenienti dagli affitti brevi di locazione ad uso abitativo inferiori ai 30 giorni che dovranno essere compilati in modo più dettagliato, così come previsto dalle istruzioni che l'utente potrà trovare nella specifica sezione della dichiarazione.