Il Decreto Crescita, recentemente approvato dalla Camera dei Deputati e ora in attesa del voto in Senato, è destinato ad incidere in maniera importante sulla vita delle imprese italiane e dei professionisti che le seguono. Tra le moltissime novità che il governo vuole introdurre con la nuova normativa vi è anche la possibilità, per le imprese e i professionisti, di ottenere un'agevolazione fiscale grazie all'acquisto di prodotti realizzati con materiali riciclati.

Un credito d'imposta del 25%

Come viene specificato dal testo del Decreto Crescita, le imprese e i professionisti che desiderano usufruire del bonus dovranno acquistare dei prodotti o delle materie prime che siano costituiti, almeno per il 75%, da materiali riciclati. In questo caso all'impresa acquirente viene riconosciuto un credito d'imposta. La misura di detto credito è fissata normativamente nel 25% del prezzo di acquisto del bene fino ad un massimo di 10.000 euro annui per ogni soggetto richiedente.

In pratica le imprese e i professionisti che decideranno di avvalersi del bonus sui prodotti riciclati potranno usufruire di una detrazione dall'imposta lorda da pagare di massimo 2.500 euro annui. Che, comunque, insieme a tutte le altre detrazioni e deduzioni possibili, non è certo da buttare.

I requisiti da soddisfare per avere diritto al bonus

Trattandosi di una agevolazione fiscale a favore di imprese e lavoratori autonomi è inevitabile che il Governo abbia stanziato delle risorse limitate per questo strumento.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tasse

E, in effetti, è stato fissato un tetto massimo di 10 milioni di euro di spesa per il 2020. Inoltre, gli acquisti devono essere effettuati per ragioni professionali. Per essere più precisi è obbligatorio che i beni acquistati grazie all'agevolazione fiscale del bonus siano utilizzati nell'ambito dell'attività aziendale o professionale del richiedente, in caso contrario il bonus è comunque fruibile ma solo parzialmente.

Sarà infatti possibile detrarre solo un importo di 5.000 euro annui per ogni richiedente. Bisogna anche aggiungere, per completezza di informazione, che in questo secondo caso il bonus verrà erogato "immediatamente". Questo in quanto sarà direttamente il venditore a detrarlo dal prezzo di acquisto del bene sotto forma di sconto.

Per poter ottenere il bonus sui prodotti riciclati, comunque, occorrerà attendere ancora qualche tempo.

Trattandosi, infatti, di una disposizione contenuta nel Decreto Crescita, occorre attendere l'approvazione definitiva da entrambe le aule del Parlamento e poi l'emanazione della legge di conversione del Decreto. Da quella data decorrerranno i 90 giorni previsti dalla normativa per l'emanazione del decreto attuativo del Ministro dell'Ambiente, di concerto con il ministro dell'Economia e quello dello Sviluppo Economico che dovrebbe dettare tutte le regole per le modalità di fruizione del credito di imposta

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto