Facebook haintrodotto delle restrizioni che riguardano il suo uso da parte dei minori: come annunciato lo scorso 13 ottobre,i messaggi postati sul social network dai minori saranno visibili solo dai loroamici e meno facilmente dagli "amici degli amici", questo grazie a un nuovoparametro di default. Ricordiamo, inoltre, che a Facebook non possonoiscriversi i ragazzini che hanno meno di 13 anni.

In realtà, gli adolescenti potranno sempre pubblicare deicontenuti visibili a tutti -selezionando al momento della condivisione ilparametro "pubblico"- ma solo dopo aver ricevuto una notifica pop up in cui siricorda loro che quanto condividono sarà visibile da chiunque.

A maggio, uno studio realizzato dall'Istituto Pew con il CentroBerkman dell'Università di Harvard, negli Stati Uniti d'America, mostrava chegli adolescenti americani condividevano sempre di più le informazioni personalisui social network come facebook ma che garantivano di proteggere la loro vitaprivata.

Con ciò, il 91% delle persone intervistate nel 2012 (800giovani di età compresa fra i 12 e i 17 anni con i loro genitori) aveva giàpubblicato una propria foto sui social network, di contro al 79% registrato del2006.

Circa il 71% di loro indicava anche la città in cui abitava (rispetto al49% del 2006), il 53% il proprio indirizzo email (di contro al 29% di sei anniprima) e il 20% il proprio numero di telefono cellulare, rispetto al solo 2%rilevato nella ricerca precedente. Bisogna considerare però che il 60% deisoggetti impostava i parametri del profilo facebook in modalità "privata", cosache permette di limitare il numero di persone in grado di accedere ai suoidati.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tecnologia

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto