La nuova console di Microsoft risulta essere una dura prova per i programmatori di Videogiochi in quanto richiede sempre più tempo, rispetto alla concorrente di casa Sony, per poter far girare un titolo alla stessa risoluzione di PS4. In principio gli sviluppatori dichiaravano che l'impossibilità di far girare titoli in full hd su Xbox One era dovuto alla minor quantità di memoria concessa loro dalla casa Microsoft, poiché degli 8 GB totali circa 2,5 erano utilizzati esclusivamente dal sistema operativo.

Successivamente gli sviluppatori si sono resi conto che il vero problema nello sviluppo non era causato tanto dalla "poca" memoria concessa, ma piuttosto dalla sua infima velocità di scrittura piuttosto che di scrittura.

Infatti la memoria RAM installata sulla Xbox One è di tipo DDR3 al contrario della DDR5 installata su PS4. Microsoft ha installato, comunque, sulla propria console, una memoria di 32 MB in grado di lavorare ad una velocità di circa 192 GB/s teorica. Il problema è che essendo molto piccola è altrettanto complesso impacchettarvici i file necessari per una risoluzione FULL HD.

Allora gli sviluppatori preferiscono diminuire la risoluzione massima del videogioco piuttosto che perderci tempo e denaro per arrivare ad un compromesso non sempre rispettato.

Per esempio, alla fine del 2014 è atteso Lord of the Fallen, uno dei tanti titoli che deve scontrarsi con questi problemi. Ed il team di sviluppo preferisce ottenere una grafica finale davvero ottima in FULL HD a 30 fps piuttosto che una maggiore fluidità ma a risoluzione minore. Essi sostengono infatti che il gioco ha una bella grafica e non vale la pena sopprimerla per pochi fps in più.

Leggi tutto e guarda il video