Inviare un messaggio tramite Facebook a quanti non sono inclusi nella lista dei nostri 'amici' è impresa ardua, giacché esso finisce nell'archivio 'Altro'. Il quale viene in genere ignorato dagli utenti e neppure è visibile tramite l'apposita App per chattare,Messenger. E così, per essere sicuri che il messaggio arrivasse, si era costretti a inviare anche una richiesta di amicizia al destinatario. Facebook però ha deciso di ovviare a questo problema. Anche perché, come noto, ha lanciato una app indipendente con la specifica funzione di chattare, in risposta alla crescente popolarità di WhatsApp.

Ossia proprio la succitata Messenger. E come farà? Mediante il lancio di una funzione: 'richiesta di messaggio'. Vediamo come funziona.

Come funziona la novità

A breve, la persona alla quale abbiamo inviato un messaggio, ma che non figura tra i nostri contatti, visualizzerà una «richiesta di messaggio». In questo modo, il messaggio sarà sicuramente visibile, poi deciderà lei se visualizzarlo o ignorarlo. A spiegare la novità è David Marcus, responsabile di Messenger. Il quale la definisce senza mezzi termini «uno sviluppo fondamentale», utile in tutti quei casi in cui abbiamo bisogno di comunicare velocemente con qualcuno. Tanto per motivi lavorativi, quanto per motivi personali o per semplice svago.

Senza così avere il dubbio che il messaggio venga lettoo meno, e senza dover per forza inviare anche una richiesta di amicizia.

Pericolo spam?

La nuova funzione però, oltre ad essere ritenuta dai più utile, preoccupa anche in quanto potrebbe essere utilizzata da singoli utenti o aziende per fini di spam. Facebook però tranquillizza in merito affermando che l'utente potrà scegliere di rispondere e iniziare una chat, oppure decidere di ignorare il messaggio.

In quest'ultimo caso, i successivi messaggi da parte dello stesso mittente finiranno nella cartella dei messaggi filtrati, insieme allo spam appunto.

Dunque, chattare con il mondo diventa ancora più facile. Non occorreranno numeri di telefono come avviene per WhatsApp o l'obbligo di avere una persona tra i proprio contatti, come fino ad ora su Facebook.

Basterà conoscere il suo nome e ovviamente riconoscere la sua foto, per evitare imbarazzanti scambi di persona...