Momento molto positivo per il gigante dello stato di Washington, valutato circa 300 miliardi di dollari in borsa e con i dati trimestrali di bilancio che vanno alla grande. Amazon ha comunicato l’intenzione di aprire un punto vendita di tipo tradizionale nelle sua città d’origine,Seattle, all’interno del centro commerciale University Village. Si tratta di un’iniziativa che va agli antipodi rispetto a quanto fatto per i primi 20 anni di attività, quando si è puntato sul commercio elettronico per sorpassare le limitazioni della vendita tradizionale.

Nel negozio, che si chiamerà Amazon Books, verranno mantenuti gli stessi prezzi applicati sul portale di e-commerce ed i 5000 titoli da esporre nella rivendita verranno scelti in base alle richieste avute sulla piattaforma. Come affermato da Jennifer Cast, vice presidente di Amazon Books, l’esordio del primo punto vendita (a cui potrebbero seguirne molti) servirà ad estendere il raggio d’azione del sito Amazon.com. Il nuovo corso vuole riuscire a fidelizzare anche l’utenza meno avvezza agli acquisti via internet e serve anche per promuovere i libri, appena arrivati anche da noi, pubblicati direttamente da Amazon.

A Milano la merce arriva in 60 minuti

Alcune novità riguardano non solo il mercato americano, ma anche quello italiano.

All’interno della città di Milano e nelle municipalità confinanti, è stato attivato il servizio che fa giungere gli ordini al cliente finale entro un’ora. Circa dall’inizio di novembre, gli abbonati a Prime, che al costo annuale di 19,99 euro usufruiscono della spedizione gratis in una giornata, non dovranno fare altro che eseguire il download dell’applicazione gratuita Prime Now, per ricevere comodamente a domicilio il proprio ordine entro un’ora.

I pacchi saranno inviati dal nuovo deposito milanese da 2 mila metri quadrati nella zona di Affori. All’inizio, gli articoli per cui varrà la consegna super express saranno 15 mila, puntando molto sui prodotti alimentari freschi, a disposizione sulla versione italiana dell’e-commerce dall’estate scorsa. Questa interessante trovata era stata riservata anche ad un’altra zona europea, il Regno Unito, e in Italia è dedicata solo ai residenti di Milano e dintorni.

Nel 2016, l’iniziativa sarà allargata ad altre città della penisola. La spesa minima prevista è 19 euro e la consegna costa 6,90 euro, salvo decidere di ricevere la merce entro 2 ore.