Ha aperto i battenti da qualche giorno il nuovissimo parco con a tema la realtà aumentata nella regione del Friuli Venezia Giulia, e più precisamente a Feletto Umberto, Tavagnacco (provincia di Udine). il parco, 3D World Arena, è il primo parco ad essere dotato interamente di questa nuova tecnologia per far divertire persone di tutte le età. Grazie a dei speciali dispositivi da indossare è possibile divertirsi camminando correndo e saltando come si si fosse nel mondo reale.

Come è nata l'idea

L'idea di questo parco interamente innovativo nasce da una startup italiana, la SNR, che grazie a diversi imprenditori capitanati da Massimiliano Soresini hanno pensato a questo progetto per convogliare quelli che sono gli strumenti utilizzati per la Realtà aumentata con un bisogno dei consumatori. Lo stesso Soresini racconta come un 3D World Arena tutto sembri assolutamente reale, tanto che se ci si avvicina a una finestra e la si apre si sente lo spiffero di vento che entra, oppure se cammino su una strada si sente il traffico delle macchine, i clacson ecc.

Lo stesso Soresini specifica inoltre come le ambientazioni create non siano un semplice video a 360° gradi di ciò che vi è intorno ma un vero e proprio mondo virtuale dove grazie a speciali sensori è possibile traslare la realtà nell'immaginazione.

Cosa troviamo nel parco

All'interno del parco tutte le attrazioni fanno muovere il visitatore all'interno di uno spazio simulato, utilizzando da un lato la Hyper Reality tramite occhialini 7D ossia classici simulatori e dall'altro dispositivi con visori che permettano di fare viaggi sulle montagne russe o voli su deltaplani o ancora corse automobilistiche.Vi sono attrazioni per tutti i gusti all'interno del parco, il divertimento sicuramente non manca: si va dal Colorado River nel Grand Canyon dove tramite dei visori è possibile ripercorrere a bordo di una canoa il tragitto del fiume a delle postazioni 3x3 dove armati di pistole e frecce laser si può combattere contro dei robot.

Non mancano poi delle aree dove è possibile interagire con ciò che ci sta intorno, o addirittura visitare una casa degli orrori con tutto ciò che questo può comportare. Naturalmente nel parco non mancano le montagne russe che permetteranno di viaggiare a velocità supersoniche in mezzo a scenari molto diversi tra loro.

Perchè questo progetto

Il progetto ideato permette di unire in un unico parco divertimento persone di età compresa tra i 14 e i 90, in quanto stando anche solo fermi è possibile comunque divertirsi sulle diverse attrazioni presenti.

Vi sono persone anziane che possono comunque divertirsi sul Colorado River grazie a un classico simulatore di canoa da palestra oppure sfogare il proprio stress quotidiano impugnando una spada e combattendo contro i robot.

Largo spazio dunque all'immaginazione e al divertimento!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto