Da anni le piattaforme di crowdfunding (tra le quali la più conosciuta è certamente Kickstarter) rappresentano la strada migliore affinché le idee dei giovani ingegneri possano diventare realtà. Nel mondo di oggi, infatti, molto spesso le persone hanno determinate capacità tecniche per realizzare qualunque tipo di nuovo progetto tecnologico, ma molto spesso manca la componente finanziaria. Proprio in quest'ottica si inserisce il crowdfunding: trovare finanziatori pronti a sostenere una nuova invenzione.

Uno degli ultimi progetti comparsi nella rete di Kickstarter proviene da EarLabs, azienda svedese che ha partorito dBud. Si tratta di due piccoli dispositivi, molto simili ai classici auricolari (earplug), aventi la capacità di insonorizzare i rumori esterni e di permettere, al contempo, all'utente di scegliere l'entità dell'insonorizzazione.

dBud è il primo progetto di questo tipo?

Teoricamente no.

Esistono già sul mercato dei dispositivi in grado di svolgere funzioni simili: un esempio è la proposta di Knops, ma ci sono anche altri progetti piuttosto avanzati e all'avanguardia. Ciò che fornisce una marcia in più all'idea dell'azienda svedese è l'estrema semplicità di utilizzo: difatti il suo funzionamento si basa su un piccolo slider che può scorrere su due posizioni possibili che permettono di aumentare o diminuire l'insonorizzazione.

Tecnicamente parlando, in un caso la riduzione è di 15dB, mentre nell'altro è di 30dB.

Ma la caratteristica che rende dBud veramente valido, consiste nell'assenza di qualsiasi componente attivo: in altre parole, non funziona né con un collegamento ad una fonte di energia, né con una batteria interna. Il dispositivo, infatti, si fonda su una sorta di filtro molto avanzato, composto da tre elementi principali:

  • Una maglia acustica
  • Un selettore (quello di cui abbiamo parlato in precedenza)
  • Un equalizzatore meccanico, componente in grado di far percepire all'utente il suono delle conversazioni, insonorizzando tutto il rumore di fondo.

Il progetto non manca di offrire alcuni gadget classici che possono essere utili all'utente: assieme al prodotto vero e proprio, l'azienda dovrebbe fornire anche una comoda custodia per i dispositivi, e un laccetto per portare i dBud al collo, senza doverli per forza riporre nell'astuccio.

dBud: quando il lancio ufficiale?

Attualmente il crowdfunding è ancora in corso su Kickstarter, anche se l'azienda svedese ha già incassato i 50.000 dollari richiesti in partenza (ad oggi l'incasso totale è pari a 56.784 dollari). Il lancio ufficiale è previsto per ottobre di quest'anno e, se unito ad una campagna promozionale ben organizzata, potrebbe rivelarsi un'idea vincente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto