Il progetto Apple glass si arricchisce di un nuovo componente, il visore per la realtà aumentata. La realtà virtuale è la tecnologia più gettonata del futuro, ma molto difficile da plasmare per il grande pubblico. La realtà aumentata è invece un progetto che ha un bacino di utenza già affermato, come possono giustificare gli investimenti verso Google e Microsoft per la creazione dei già famosissimi Hololens, i più conosciuti visori di realtà aumentata disponibili al momento.

Anche Apple ha intenzione, di produrre in circa 2 anni, un occhiale futuristico e tecnologicamente avanzato che come punto forte, avrà un visore della realtà aumentata.

Apple glass potrebbe essere pronto entro il 2019

Recentemente, Apple, ha deciso di accelerare il processo produttivo del suo Apple glass, in modo tale da diventare competitivo al più presto per il mercato. Il visore AR che verrà montato sull'occhiale potrebbe già essere disponibile entro il 2019, a sua volta l'occhiale tecnologicamente avanzato potrà essere posizionano sul mercato entro l'anno successivo.

Tim Cook, il famoso amministratore delegato di Apple ha potuto dichiarare, qualche tempo fa, che potenzialmente la realtà aumentata potrà cambiare il modo di utilizzo della tecnologia del futuro.

Attualmente, alcuni dati importanti di questo progetto non sono disponibili al pubblico, eppure Apple ha già realizzato degli interessanti video a 360 gradi che testimonierebbero la visione finale dell' Apple glass.

Reality Operating System (ROS), la tecnologia utilizzata per Apple glass

Alcune indiscrezioni hanno rivelato che a supervisionare lo sviluppo del visore AR, sarà un ex ingegnere della NASA, coadiuvato dal contributo di una startup chiamata Metaio e operante nel settore della visione aumentata.

Inoltre, il sistema operativo "Reality Operating System" (ROS), così come è stato battezzato, avrà delle funzionalità davvero stupefacenti.

Basti pensare che molte funzioni degli occhiali di Apple potranno essere attivate grazie al movimento delle mani, della testa e anche grazie ai comandi vocali gestiti da Siri.

Per la multinazionale americana di Cupertino, quella dell' Apple glass è una sfida che si preannuncia davvero complicata. Come esempio da cui prendere spunto ci sono i Google Glass, creati dalla stessa Google. Questi occhiali tecnologicamente avanzati, dopo anni di sviluppo, hanno dovuto capitolare a causa del mercato forse non ancora pronto per questo genere di tecnologie.

Infatti, il progetto Google non essendo mai arrivato nei negozi, è ancora in aggiornamento per cercare di coinvolgere altri tipi di utenze.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto