Roma. Il dibattito costante sulla disinformazione diffusa sulle piattaforme web, il dilagante uso delle fake news ed i tentativi di veicolare pensieri ed opinioni su argomenti sensibili sono alla base dell’iniziativa di Agcom volta all’auto-regolamentazione e diffusione di buone prassi per contrastare tali fenomeni, misurandone e valutandone gli effetti sugli utenti. L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha quindi promosso un dibattito istituzionale, il cui primo incontro si è tenuto lo scorso 4 dicembre presso la loro sede romana, al fine di garantire il pluralismo e la corretta informazione sulle piattaforme online, in un momento in cui il problema delle false notizie necessità di azioni comuni ed incisive.

IL TAVOLO

La prima fase operativa del Tavolo avrà inizio nel periodo antecedente la campagna elettorale in vista delle Elezioni politiche. Tra gli obiettivi primari c’è l’individuazione, nel rispetto del principio primario della libertà di informazione, di strumenti che permettano l’auto-regolamentazione al fine di scoraggiare la disinformazione e le fake news. Si vuole tutelare il diritto ad un dibattito libero, soprattutto su tematiche sensibili come quella politica in campagna elettorale.

L'iniziativa si aggiunge agli sforzi che da tempo le grandi piattaforme, come Google e Facebook, stanno cercando di implementare, aggiornando gli algoritmi e gli strumenti in grado di far emergere i contenuti più meritevoli. E' stata realizzata un'etichetta apposita, denominata fact check e disponibile sia sui motori di ricerca che tra le news di Google, per rendere identificabili gli articoli di cui il sistema è stato in grado di verificare la fonte della notizia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Elezioni Politiche

I PARTECIPANTI

Alla riunione di insediamento del Tavolo hanno preso parte, oltre ad Agcom, i rappresentanti di Google Italy, Facebook Italy e Wikipedia Italia, associazioni di categoria e numerosi gruppi editoriali del panorama italiano, di stampa e radiotv, tra i quali: RAI, La7, Confindustria RadioTV, Federazione Italiana Editori Giornali e molti altri.

Per Facebook e Google questa lotta “è una priorità soprattutto durante le elezioni.

Il Tavolo servirà a chiarire e rafforzare le procedure che consentono ai partiti politici e alle autorità di segnalarci rapidamente attività in violazione della legge italiana o degli standard delle nostre comunità”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto