Oggi, 14 settembre 2019, alle ore 8.30am è iniziata la prima delle due giornate consecutive che il CERN, quest'anno, dedica al pubblico proveniente da ogni parte del mondo: CERN Open Days 2019.

Tra le innovazioni tecnologiche, di processo o di prodotto, è possibile conoscere le caratteristiche di un progetto che, inaspettatamente, ha trovato un proficuo utilizzo anche nella ricerca inerente le onde gravitazionali.

Il Precision Laser Inclinometer - PLI - è un inclinometro laser di precisione, nato dal progetto ideato e realizzato dal Conseil Europeen pour la Recherche Nucleare - CERN - di Ginevra, e dal Joint Institute for Nuclear Research - JINR - di Dubna, in Russia.

CERN Open Days

Gli Open Days sono un'occasione rara ed imperdibile per visitare il CERN. Rara perché avviene solo in alcuni periodi che, coloro che lavorano al più grande laboratorio di fisica delle particelle del mondo, chiamano "periodi di arresto lungo" - Long Shutdown -. Periodicamente gli acceleratori del laboratorio beneficiano di aggiornamenti e di lavori di ristrutturazione e le loro attività sono fermate, dagli addetti ai lavori, per circa due anni. Durante queste fasi di Long Shutdown, il CERN apre le porte delle sue strutture al pubblico proveniente da ogni parte del mondo.

Sono attesi tra i 30000 e i 50000 visitatori al giorno. È un'occasione imperdibile perché visitando le strutture, sotterranee e di superficie, del CERN è possibile conoscere la Scienza di oggi ed è possibile esplorare la scienza del futuro. L'ingresso gratuito a proiezioni di film, a spettacoli teatrali, a dibattiti sperimentali consente di espandere i propri orizzonti cognitivi e di avvicinarsi alle risposte su alcune domande che tutti, indipendentemente dall'età e dal ruolo professionale, ci siamo posti almeno una volta nella vita: what is the Universe made of?

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Scienza

Di cosa è fatto l'universo? I visitatori degli Open Days avranno la possibilità di parlare, in modo innovativo, con fisici ed ingegneri, tra i migliori al mondo. Ad esempio, potranno fermarsi ad una delle bancarelle di attività ATLAS, sedersi ad un caffe' scientifico per gustare un caffè mentre chiacchierano, di cosa sono composte la materia e le forze, con un 'barista' ( cioè un fisico). Oppure è possibile costruire, indipendentemente dall'età, il proprio rilevatore di particelle utilizzando i mattoncini Lego e mettendo alla prova le abilità di progettazione, di costruzione e denominazione di azione.

Onde gravitazionali, PLI come strumento innovativo

Il Precision Laser Interferometer - PLI - è nato da un progetto con un obiettivo relativamente semplice: creare un dispositivo per monitorare i movimenti sotterranei del più potente acceleratore di particelle al mondo, in modo da evitare che eventuali terremoti, con epicentro in prossimità del CERN, possano deviare il percorso dei fasci di particelle. Vari PLI disposti lungo l'acceleratore darebbero l'allarme con buon anticipo. Il progetto ha avuto una rapida evoluzione trasformandosi in dispositivi completi che possono fungere da sistema di allarme rapido per terremoti da utilizzare non solo al CERN.

Un prototipo dell'inclinometro è stato, poi, sviluppato dal CERN in collaborazione con l'INFN e testato, dal 6 agosto 2019, all'European Gravitational Observatory di Cascina(Pisa), dove si trova L'interferometro Advanced Virgo. Il dispositivo ha già registrato alcuni terremoti minori facilitando la distinzione tra spostamenti sismici e quelli collegati alle onde gravitazionali.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto