Alle ore 23,43 di sabato 31 agosto 2019, LIGO ha annunciato, attraverso un tweet, le rilevazioni di due onde gravitazionali avvenute a distanza di ventuno minuti l'una dall'altra. Le rilevazioni sono state registrate qualche giorno prima, mercoledì 28 agosto.

Un altro segnale molto intenso, S190814lv, era stato rilevato circa due settimane fa. Era il 14 agosto quando gli scienziati che lavorano a queste scoperte hanno festeggiato, in anticipo, il ferragosto con due ore di conferenza stampa dedicate alla scoperta a cui speravano di poter lavorare da quando è iniziata la fase 03 di rilevamento dati delle onde gravitazionali.

Anche il mese di settembre è iniziato decisamente bene: ieri LIGO ha confermato con tweet delle ore 08,22, che il segnale gravitazionale rilevato il giorno prima, S190901ap è il 26° dal 1°aprile 2019 cioè da quando è iniziata la fase 03.

Onde gravitazionali, le caratteristiche dei segnali rilevati durante il mese di agosto

Se durante il mese di agosto la Scienza ha fatto spettacolo, con il festival internazionale al Lago Trasimeno, la Natura non è stata da meno.

L'ottavo mese del 2019, infatti, è già passato alla Storia come fenomenale, nel senso letterale del termine. I due fenomeni, o eventi, fisici ed astronomici, a dir poco unici, dei giorni scorsi sono stati, in ordine cronologico:

  • la rilevazione da parte degli interferometri LIGO e Virgo delle onde gravitazionali generate da un sistema misto binario formato da un buco nero e da una stella di neutroni, S190814lv del 14 agosto;
  • la rilevazione da parte di Ligo di due fenomeni, nello stesso giorno e, soprattutto, a distanza di ventuno minuti. Il primo segnale, S190828j, è stato rilevato dai tre interferometri di LIGO alle ore 6,34 del giorno 28 agosto. Il secondo, S190828l, è stato rilevato alle ore 6,55, ovvero a distanza di soli ventuno minuti.

La notizia è stata accolta con grande meraviglia da parte degli studiosi, fisici e astronomi, impegnati in questi progetti che non pensavano che un giorno avrebbero interpretato e studiato i dati provenienti da una coppia di segnali gravitazionali ascoltati con una tale rapida successione di tempo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scienza

A questa iniziale euforia è seguita una prima interpretazione di questo evento unico secondo cui i segnali S190828j e S190828l sarebbero stati generati dalla stessa onda ma ascoltati in modo "distorto" per effetto della lente gravitazionale. E anche in questo caso l'evento fisico sarebbe stato considerato unico perché non era mai stata osservata un'onda gravitazionale attraverso una lente del genere.

A distanza di poche ore, LIGO eVirgo hanno reso noto con una circolare n. 25503 che i due eventi, S190828j e S190828l, non sono sovrapposti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto