Su Whatsapp, specialmente quando accadono fatti seri e degni di nota come l'attuale epidemia da COVID-19, iniziano spesso a circolare numerose fake news spacciate per verità assolute. Questo sistema, a dire il vero, colpisce un po tutti i social e i sistemi di messaggistica, tanto che Facebook - solo per citarne uno - ha adottato diversi algoritmi per limitare la diffusione delle bufale. Secondo il famoso portale WABetaInfo, dall'analisi effettuata sui codici di sviluppo della versione Beta dei prossimi aggiornamenti del software, il team di Whatsapp starebbe lavorando allo sviluppo di una tecnologia che permetterebbe agli utenti di verificare l'attendibilità di una notizia.

Il debutto del sistema è stato confermato anche da un portavoce del software di messaggistica.

Come funzionerà il sistema anti Fake News?

Se questo aggiornamento andrà in porto, riconoscere una bufala sarà semplicissimo. A fianco al post ricevuto apparirà una piccola icona a forma di lente d'ingrandimento e all'utente basterà fare touch sulla stessa per ricercare la notizia ricevuta nel web tramite Google. Sembra, tuttavia, che almeno all'inizio il sistema permetterà la ricerca soltanto delle news in forma testuale ma non si può escludere che in futuro il sistema verrà ampliato anche a immagini e video. Si tratta sicuramente di un'interessante novità per gli utenti di Whatsapp che finalmente avranno la possibilità di capire quando un messaggio è veritiero oppure quando si tratta di una delle tante fake news che girano in rete.

Come informarsi seriamente con Whatsapp?

Indipendentemente dall'implementazione o meno di questo sistema, esiste già un modo per ricevere notizie ufficiali tramite il sistema di messaggistica istantanea, in particolar modo nei periodo di emergenza. Per esempio, l'OMS ha messo a punto un servizio informativo sul COVID-19.

Basterà infatti aggiungere ai propri contatti il numero +41798931892 ed inviare un semplice messaggio di testo. Si riceverà poi un nuovo messaggio con il quale un BOT chiederà a quale tipo di aggiornamenti si è interessati ed in base alle scelta, verranno trasmesse le informazioni. Ovviamente la chat sarà gestita interamente da un'intelligenza artificiale.

Questo è solo l'ultimo dei sistemi utilizzati per tenersi aggiornati tramite Whatsapp che, però, non sono sufficienti per contrastare la diffusione a macchia d'olio di fake news, facendole diventare virali.

Anche Whatsapp è vittima di una bufala

Anche il sistema di messaggistica non è esente dal diventare oggetto di notizie non veritiere. Nei giorni scorsi, infatti, è circolata in rete e via messaggio la presunta richiesta del MISE di non inviare più video attraverso Whatsapp, in quanto la rete sarebbe vicina al collasso. Questa però, non è altro che l'ennesima fake news legata alla quarantena in corso ed al conseguente notevole incremento dell'utilizzo di internet. La notizia ad ogni modo è già stata smentita proprio sul sito ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico.

Anche se ancora non si sa quando Whatsapp renderà operative le nuove funzionalità, il suo portavoce ha confermato che il sistema è in fase di test e si spera di poterlo implementare molto presto nell'app. Anche molti utenti, tramite i social, manifestano soddisfazione per questa modifica del programma. Secondo molti, infatti, era ora che anche Whatsapp facesse qualcosa per contrastare le fake news, dato che alcune sono molto pericolose e molti utenti spesso le prendono per veritiere, come è successo ad esempio con le tante bufale circolate inerenti il COVID-19, per le quali spesso sono dovuti intervenire il Ministero della Salute o altri enti competenti per smentirle categoricamente ed evitare danni peggiori.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Whatsapp
Segui
Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!