Whatsapp dopo aver rilasciato la possibilità di effettuare videochiamate fino a un massimo di 50 persone, metterà a disposizione dei propri utenti altre funzionalità importanti. La prima sarà disponibile nelle prossime settimane e si tratta di un’arma per difendersi dalle fake news utilizzando una lente di ingrandimento. La seconda, è ancora in fase di sviluppo, ma altrettanto fondamentale poiché riguarda una novità che gli utenti aspettano da tempo: l'autodistruzione dei messaggi.

Whatsapp contro le fake news

La nuova funzionalità prevede l'introduzione di una lente di ingrandimento in grado di verificare se una notizia sia vera oppure no.

Gli utenti potranno, dunque, proteggersi dalle cosiddette “catene di Sant’Antonio” che, il più delle volte, non solo risultano essere fastidiose, ma trasmettono delle notizie non veritiere.

Accanto ad alcuni messaggi, sulla destra, comparirà l’icona di una lente di ingrandimento. Cliccando su di essa si aprirà il browser di navigazione del proprio smartphone dove compariranno una serie di notizie, verificate da fonti autorevoli, legate al contenuto del messaggio che si è ricevuto. In questo modo l’utente potrà appurare se si tratti di un’informazione veritiera oppure di una bufala. Dopo aver verificato la veridicità o meno del messaggio ricevuto l’utente potrà decidere se bloccare o meno la ricezione di quei contenuti.

La lente di ingrandimento non sarà presente in tutti i messaggi ricevuti, ma solamente accanto a quei messaggi ritenuti sospetti. Un messaggio sarà definito sospetto in base a una condivisione eccessiva dello stesso. Questa novità lanciata dal leader della messaggistica istantanea oltre che in Italia, approderà anche in Messico, Brasile, Stati Uniti e sarà compatibile sia per la versione web sia per Android e iOS.

Whatsapp con questa novità vuole combattere la disinformazione spingendo i propri utenti ad informarsi e verificare la provenienza delle informazioni che ricevono.

Autodistruzione dei messaggi: Whatsapp VS Telegram

Whatsapp sta mettendo a punto un'altra importante funzionalità, richiesta da molti utenti da diverso tempo: l'autodistruzione dei messaggi.

Questa funzionalità è già nota agli utilizzatori di Telegram e probabilmente il colosso della messaggistica istantanea dovrà lavorare molto per poter competere con il suo rivale. I messaggi si cancelleranno automaticamente dopo 7 giorni dall'invio. Essi si cancelleranno sia dal dispositivo del mittente sia da quello del destinatario. L'opzione di expiring messages potrà essere attivata direttamente dalle impostazioni della chat. L'applicazione di messaggistica istantanea non ha ancora specificato se l'opzione sarà disponibile solo per gli amministratori dei gruppi o anche per le chat individuali. Per poter utilizzare questa funzionalità non c'è ancora una data ufficiale, ma probabilmente non sarà scaricabile prima del 2021.

Segui la pagina Whatsapp
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!