Clubhouse è l'app del momento che ha suscitato la curiosità di più di 2 milioni di utenti attivi, è valutata circa 1 miliardo di dollari in soli 9 mesi dal lancio e creata da Paul Davison e Rohan Seth con un passato in Google e Pinterest. L'app al momento, disponibile per Smartphone solo per IOS e a breve anche per Android, è accessibile agli utenti con età non inferiore a 18 anni. La piattaforma è stata presentata ad aprile 2020 negli Stati Uniti con il coinvolgimento di personaggi del mondo dello spettacolo che hanno contribuito alla sua visibilità, ma il vero boom è avvenuto a gennaio in Europa, con modalità differente e cioè con una spontanea esplosione di iscrizioni.

La particolarità di Clubhouse è nella sua funzione

Clubhouse è, a tutti gli effetti, un social network strutturato in stanze virtuali denominate "Rooms", ciascuna quasi sempre con un tema specifico su cui discutere. La particolarità è che la discussione avviene esclusivamente a voce e per partecipare bisogna essere invitati oppure inserirsi in una lista d'attesa. Le potenzialità sono di diverso tipo: condivisione di idee, presentazioni di progetti, incontri e scambi di opinioni azzerando così le distanze. Le "Rooms" possono essere pubbliche o private e l'accesso avviene su autorizzazione di chi organizza l'incontro. Si accede quindi in modalità silenziosa e si potrà intervenire alzando la mano.

La differenza con gli altri social network come ad esempio Facebook, Twitter, Instagram e Tik Tok, quest'ultimo diventato famoso anche per le sue ultime mode di challenge pericolose, sta proprio nel fatto che ci si sente coinvolti nella conversazione anche se si rimane solo in silenzio in quanto psicologicamente si è più predisposti ad ascoltare sapendo che nello stesso momento lo stanno facendo anche altre persone.

Un'altra fondamentale differenza è quella di essere basata solamente sull'audio e di conseguenza di poter interagire senza dover per forza guardare lo schermo e quindi accessibile in qualsiasi momento della nostra giornata. Queste sue differenze non lo inseriscono come potenziale "competitor" degli altri social network già esistenti.

Elon Musk in un solo evento in Clubhouse ha coinvolto più di 5000 persone

Elon Musk lo scorso 31 gennaio ha contribuito al successo di Clubhouse portando al limite di capienza massima della piattaforma coinvolgendo più di 5000 persone, suoi follower, a un incontro durante il quale si è discusso di vari argomenti: dai Bitcoin al progetto di space X, la sua compagnia, che ha intenzione di portare l'essere umano su Marte. L'appuntamento di Musk ha contribuito a dare visibilità a un'app che in Europa è balzata al secondo posto della classifica delle App più scaricate.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!