La sonda cinese Tianwen-1 ha trasmesso la sua prima immagine di Marte. Scattata da circa 2.2 milioni di chilometri dal pianeta rosso, la foto è stata poi divulgata dalla China National Space Administration (CNSA) e mostra alcune peculiarità della superficie, come il cratere Schiapparelli e le Valles Marineris, un sistema di valli e canyon tra i più grandi del sistema solare.

Entrerà nell'orbita di Marte intorno al 10 febbraio

La navicella cinese Tianwen-1, il cui nome significa "Alla ricerca della verità celeste", è partita nello scorso luglio e dovrebbe entrare nell'orbita di Marte intorno al 10 febbraio.

La sonda compirà un'orbita intorno al pianeta rosso prima di far atterrare un rover sulla superficie. La speranza della Scienza è quella di riuscire a raccogliere in questo modo importanti informazioni circa il suolo di Marte, la sua atmosfera, la composizione geologia e, naturalmente, tracce della presenza di acqua.

Insieme al rover, compongono Tianwen-1 un satellite orbitale di Marte e un modulo di atterraggio, per un peso di cinque tonnellate.

La sonda è in orbita senza equipaggio, e, come annunciato dalla China National Space Administration (CNSA), si trova attualmente a 184 milioni di chilometri di distanza dal nostro pianeta e a 1.1 milioni di chilometri da Marte. Tianwen-1 ha volato per 197 giorni, percorrendo 465 milioni di chilometri per raggiungere il pianeta rosso.

Il 5 febbraio la quarta correzione orbitale

Per prepararsi all'imminente entrata nell'orbita di Marte, il velivolo spaziale ha svolto la sua quarta correzione orbitale venerdì 5 febbraio alle ore 20 (orario di Pechino). Entrando in orbita, subirà una frenata dovuta all'azione della gravità del pianeta.

La speranza del team di scienziati che coordina la missione è che la sonda compia l'orbita, atterri e rilasci il rover al primo tentativo, per poi effettuare le rilevazioni sul pianeta in coordinazione con il satellite orbitale.

Come era stato già dichiarato dal team a luglio, non è mai stata eseguita prima d'ora una missione planetaria con queste modalità.

Marte: la Cina accetta la sfida per la seconda volta

La Cina ha inviato il suo primo essere umano nello spazio nel 2003, tramite un programma spaziale supportato dalle forze armate e costato miliardi di dollari; l'obiettivo adesso, è quello di costituire entro il 2022 una stazione spaziale nell'orbita terrestre.

Tra i successi della Cina nell'ambito dell'esplorazione dello spazio, vi è l'aver inviato sulla Luna il primo rover a compiere un atterraggio morbido sull'emisfero opposto.

Negli ultimi 60 anni l'aspirazione di raggiungere Marte ha visto fallire Stati Uniti, Russia, Giappone e India. Dopo una missione con la Russia, fallita nel 2011 prima del lancio, la Cina ci prova una seconda volta con la sonda Tianwen-1.

Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!