Dall'1 aprile del 2016 per i clienti Tim scatterà la stangata sulle tariffe relativa al contratto Voce, quello che per la telefonia fissa prevede il pagamento di un contributo fisso cui vanno aggiunte le chiamate che si pagano a consumo. In particolare, i clienti penalizzati dai rincari della Telecom saranno coloro che con il telefono fisso effettuano chiamate brevi. Rispetto alle tariffe attuali, infatti, una chiamata di 1 minuto costerà quattro volte di più in quanto la tariffazione Voce al minuto passerà da 0,10 a 0,20 euro, e visto che sarà introdotto lo scatto alla risposta di 20 centesimi.

A mettere in evidenza tutto ciò è l'Aduc nel sottolineare come si stima che siano circa 700 mila le utenze per le quali scatteranno gli aumenti. Al cliente non resta che accettare passivamente i rincari, passare ad un piano telefonico a forfait, ovverosia tutto incluso, oppure recedere entro il 30 marzo del 2016 inviando alla tim una raccomandata A.R. I clienti penalizzati da questa manovra della Tim sono in prevalenza gli anziani e tutti quei clienti che non solo sono poco attenti alle offerte ed alle comunicazioni commerciali, ma che non nutrono alcun interesse nel sottoscrivere contratti 'tutto incluso' come ad esempio 'Tutto Voce' il cui costo è di 29 euro al mese.

L'Aduc ricorda tra l'altro che Telecom Italia non è nuova ad iniziative finalizzate a far passare i clienti 'in automatico' ad offerte 'tutto incluso' offrendo loro solo l'unica possibilità rappresentata dal diritto di recesso.

E visto che l'1 aprile del 2016 si avvicina, l'Associazione chiede che, in ottemperanza alla delibera dell'Agcom numero 519/15/CONS, sui rincari del contratto Tim Voce tutti i clienti interessati vengano informati delle nuove condizioni peggiorative non solo in maniera chiara e idonea, ma anche ben percepibile.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tim

La Tim, tra l'altro, deve dare comunicazione sulle variazioni tariffarie separatamente da ogni altra comunicazione commerciale così come l'informativa deve essere riportata nella home page del sito Internet, mentre nel negozio del gestore devono essere presenti tramite affissione appositi avvisi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto