L'Italia, purtroppo, detiene il triste primato di essere un Paese a crescita zero: sono sempre meno i bimbi che nascono, e oggi più che mai mettere al mondo un figlio richiede un atto di amore e consapevolezza che va incoraggiato in diversi modi. Nasce proprio con questo intento l'originale proposta avanzata dal Tavolo assist Turismo promosso dall'assessore al turismo di Assisi (Perugia) Eugenio Guarducci, subito accolta con grande entusiasmo dagli operatori del settore.

Il Fertility Room

Si chiama "fertility room", e consente alle coppie che soggiornano in una delle strutture aderenti all'iniziativa di ricevere il rimborso oppure il bonus per un nuovo soggiorno se dimostrano di aver concepito un bimbo nove mesi prima, in quella stessa struttura. L'iniziativa si prefigge anche l'obiettivo di incoraggiare la scoperta o la (ri) scoperta di un territorio ricco di tradizioni e bellezze naturali, quale appunto quello di Assisi e dintorni. La validità della proposta per tutti gli aspiranti genitori è fino al 31 Marzo 2017, ma gli operatori garantiscono una una certa flessibilità.

Come ricevere rimborso o bonus

Per avere diritto al rimborso le coppie dovranno soggiornare presso una delle strutture ricettive che aderiscono al Fertility Room ed espongono il logo, poi bisogna presentare il certificato di nascita una volta che il bimbo/a viene al mondo. Nella sola regione umbria sono più di dieci le strutture turistiche che hanno aderito alla proposta dell'assessore Guarducci, ma l'elenco è in costante aggiornamento e visionabile sul sito www.fertilityroom.it.

Ad arricchire l'offerta turistica ci sono anche le strutture religiose: in questo caso però non vi è alcun divieto di soggiorno per le coppie di fatto, quindi conviventi oppure sposate con il solo rito civile.

Potrebbe rivelarsi una valida iniziativa per incoraggiare le nascite e incentivare il turismo in una zona che ultimamente sta risentendo parecchio della crisi economica? Naturalmente ce lo auguriamo, sperando che iniziative del genere possano nascere anche in altre zone d'Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto