Il caro-sci condiziona le abitudini degli italiani in inverno. Con la crisi economica con cui da anni dobbiamo fare i conti è quantomai attuale cercare le offerte migliori per poter vivere la montagna nel migliore dei modi in questa stagione sciistica 2016/2017.

Alla ricerca di possibilità di risparmio oggi confrontiamo due stazioni sciistiche piemontesi che promettono di permettere a tutti di vivere l'inverno senza doversi dissanguare economicamente. Si tratta di Pian Munè nel cuneese e di Pian Neiretto in provincia di Torino. Pian Munè aprirà gli impianti il 6 dicembre mentre Pian Neiretto prevede l'apertura il 17 dicembre 2016, per i dettagli sugli orari è bene consultare i siti web delle due località.

Descrizione generale

Le due piccole stazioni sciistiche che confrontiamo oggi sono di piccole dimensioni facilmente accessibili da Torino e Cuneo.

Pian Munè si trova a Paesana, dista 97 km da Torino, questa distanza viene percorsa in 1 ora e 58' a causa del lungo tratto montano. Da Cuneo sono 70,8 km percorribili in 1 ora e 37'.

Pian Neiretto è in val Sangone, a 45 km da Torino con un tempo di percorrenza di 55 minuti. Da Cuneo serve invece 1 ora e 42 per coprire i 137 km di distanza.

Comprensorio sciistico

Le due stazioni hanno un comprensorio sciistico di piccole dimensioni.

Pian Neiretto da la possibilità di usufruire di circa 5 km di piste, servite da 2 skilift ed un tapis roulant. Si parte da 1350 mt di quota per arrivare sino a 1650.

Pian Munè risponde con un'estensione leggermente più vasta, le piste sciabili sono circa 15 km pur avendo lo stesso numero di impianti di risalita. L'altitudine della stazione parte da 1530 mt per arrivare a 2016 metri.

Per i principianti viene data la possibilità di usufruire di tapis roulant, uno a Pian Neiretto e due a Pian Munè.

Altra differenza riscontrata è la presenza di una seggiovia a Pian Munè.

Costi di una giornata di sci

Le note più dolenti per gli sciatori sono certamente i costi, in quanto oltre al viaggio, ai pasti e magari qualche piccolo acquisto di souvenir, bisogna obbligatoriamente aggiungere i biglietti o abbonamenti agli impianti di risalita.

Pian Neiretto propone il giornaliero festivo a 18 euro, mentre nei giorni feriali scende a 15. C'è poi uno sconto per i bambini fino agli 8 anni di età, 15,50 nei festivi e 12,50 nei feriali.Con 8 euro viene proposto a tutti uno skipass valido per un'ora soltanto e c'è la possibilità di fare solamente mezza giornata con ulteriori sconti.

Pian Munè fa pagare il giornaliero festivo 19 euro, il feriale 16, i bambini fino ai 6 anni pagano invece 15 nei giorni festivi e 12 nei feriali. Sotto i 6 anni l'utilizzo degli impianti è gratis.

Entrambe le stazioni sciistiche hanno la possibilità di usare l'innevamento artificiale in caso di poca neve naturale.

Attività oltre allo sci

Molte delle persone che si recano in montagna in inverno cercano anche attività alternative.

Pian Neiretto ha un'offerta più scarna, oltre allo sci e alla scuola di sci si possono effettuare discese con il bob amatoriale, lo slittino ed effettuare gite con ciaspole e camminate north walking.

A disposizione un bar dove si può anche pranzare.

Pian Munè dispone invece di due strutture, il rifugio a valle raggiungibile con le autovetture e la baita in quota, raggiungibile con la seggiovia o i gatti delle nevi.

In entrambe le strutture si possono consumare pasti ed usufruire del servizio bar.

Gli eventi extra sci sono organizzati con cadenza settimanale e l'offerta è quanto mai varia, sfruttando le più numerose strutture a disposizione.

Gli eventi in programma sono consultabili sui siti web delle due località descritte.

Se vi interessano le stazioni sciistiche usate il pulsante segui di fianco al nome dell'autore in alto