Con il 2018 saldi al via da subito con sconti più alti, si parte da oggi con la campagna degli sconti di fine stagione. Ecco le novità per questa stagione di nuovi sconti invernali, le date iniziali per regione e la regolamentazione per non prendere fregature o ritrovarsi con acquisti inutili, perché presi dalla foga di fare affari con i prezzi ribassati.

Le date regione per regione

Oggi e sabato sono le date d'inizio in tutta Italia dell'apertura dei saldi invernali, un appuntamento molto atteso sia da venditori che dai consumatori; i secondi che cercano di recuperare data la crisi, con maggiori vendite, seppur a prezzi più bassi, mentre i consumatori che vedono svanire i loro stipendi nel nulla, senza poter soddisfare tutte le loro necessità, ora con i saldi possono fare qualche acquisto extra. Oggi si parte con la Basilicata, segue la Valle d'Aosta e venerdì anche il resto delle altre regioni, la Sicilia darà il via alla stagione dei saldi il 6 gennaio.

Quest'anno sin da subito gli sconti saranno alti, senza attendere gli ultimi giorni per trovare prezzi più bassi. Un consumatore su due è già pronto a partecipare ai saldi, che quest'anno partono da subito, con riduzioni dei prezzi più alte della media. Gli sconti riguarderanno un negoziante su tre, delle 800 mila attività commerciali presenti sul territorio italiano. Inoltre, uno su due italiani farà acquisti, con un budget di spesa media da investire di 150 euro a persona.

Secondo le previsioni il 56% dei negozi, applicherà sui prodotti in saldo il 30%, mentre i rimanenti negozianti applicheranno riduzioni iniziali tra il 40 ed il 50%. Anche quest'anno per i negozianti è stata dura, le vendite sotto Natale, hanno registrato un trend positivo, ma non all'altezza delle attese e nel 2017 sono stati chiusi 2.400 negozi di moda.

Occhio agli acquisti e qualche consiglio

Gli acquisti in tempo di saldi è buona norma si facciano con oculatezza, questo secondo quanto consigliano gli esperti, per non ritrovarsi con articoli che non servono perché presi dall'entusiasmo del prezzo contenuto, e facendo attenzione se si tratta di articoli nuovi o di anni passati; la merce in saldo dev'essere quella di quest'anno.

Lo scontrino va conservato per potere cambiare il capo, qualora si riscontrino difetti o problemi o si cambi idea. Il tempo a disposizione per chi si accorge di un difetto è 2 mesi, non 7 o 8 giorni, e il capo va obbligatoriamente cambiato, non si può negare il cambio perché in periodo di saldi.

Anche le vendite on line si scateneranno con la corsa alle offerte, ma per evitare fregature su siti non autentici o fare acquisti taroccati o non corrispondenti alle speranze, è sempre buona norma sia controllare le recensioni, che evitare di fare acquisti da siti improvvisati.

Se si fa attenzione e si controlla bene, si evitano truffe. Buoni acquisti e buona lettura con le nostre news, volendo potete riceverle cliccando sul tasto segui.

Segui la nostra pagina Facebook!