Mercoledì 25 settembre è andata in onda su Canale 5 la quinta puntata della fiction, Le tre rose di Eva 2 con Anna Safroncik e Roberto Farnesi.

Anche questo quinto dei quattordici appuntamenti con la Serie TV rosa di Canale 5 ha riservato molte sorprese e colpi di scena.

Ecco un dettagliato riassunto su ciò che è accaduto nel quinto episodio de Le tre rose di Eva 2, trasmesso mercoledì 25 settembre 2013 su Canale 5.

Aurora è sempre più convinta che Cesare non le abbia detto tutta la verità riguardo la terribile notte dell’incidente, così si reca da lui per avere ulteriori spiegazioni.

Quando arriva a casa dell’uomo, lo trova ubriaco. Nella furia, Cesare si lascia scappare il nome di Edoardo, dicendo di averlo visto spingere l’auto di Amedeo nel burrone.

Aurora rimane sconvolta e tornata a casa si allontana sempre più da Alessandro, che nel frattempo si sta legando con Veronica.

Aurora, nel frattempo, decide di affrontare Edoardo e lo denuncia alla Polizia. Tra i due vi è un forte litigio: Aurora dice ad Edoardo di non averlo mai amato, e scopre che l’uomo si è fatto tatuare sul petto il suo nome.

Anche Marzia decide di lasciare Antonio, a pochi giorni dal matrimonio, in quanto ha capito di non amarlo.

Intanto, la misteriosa donna che vive a Pietrarossa ordina un nuovo omicidio: questa volta dovrà essere uccisa Viola.

Edoardo, decide di vendicarsi di Aurora e così elegge Alessandro presidente dei produttori vinicoli di Villalba, e poi denuncia la Taviani per diffamazione e calunnia, pretendendo un risarcimento di 250 mila euro.

Pubblicità
Pubblicità

Viola viene uccisa, e al maresciallo tocca dare la terribile notizie a Ruggero che si trova in carcere. Tra Aurora e Alessandro va sempre peggio... Cosa succederà nella puntata del 2 ottobre?



Clicca per leggere la news e guarda il video