In queste ore Tiziano Ferro è stato travolto da uno scandalo che sta sconvolgendo non solo i suoi tanti fan ma anche tutto il mondo discografico. Il sacerdote don Marra ha infatti accusato il celebre e amato cantante di satanismo, dichiarando che il suo singolo "Indietro" dell'album "Alla mia età", contiene dei messaggi subliminali che esaltano il male e sono un inno a Satana.

Il sacerdote di Nuovi Orizzonti in queste ultime ore sta attuando una crociata contro tutti gli artisti accusati di divulgare messaggi subliminali di evocazione ed esaltazione del male, e così nel nome di Dio, il prete Giuliano Marra si è scagliato anche contro Tiziano Ferro accusandolo di satanismo nella canzone "Indietro" scritta insieme a Ivano Fossati: "Da lui non me l'aspettavo.

Pubblicità
Pubblicità

Anche in Imagine di John Lennon, nelle canzoni dei Led Zeppelin, dei Pink Floyd, dei Queen e in Hotel California degli Eagles ci sono chiari riferimenti o tracce nascoste che esaltano il Male".

Le frasi incriminate del singolo dell'album di successo del cantante di Latina accusate di evocazione e di esaltazione del male sono: "No, non rivederti più. Se lontana non sei mai stata", ma a quanto pare se letta e ascoltata al contrario, secondo gli esperti di marketing e messaggi subliminari uscirebbe fuori il seguente messaggio satanico: "Grazie Satana.

Lui mi tiene libero".

Ad ogni modo il celebre cantante di Latina era stato anche in passato accusato di satanismo dai presunti esperti di marketing e messaggi subliminari, ma questa volta ad accusarlo, è una persona di Dio, il parroco don Giuliano Marra, che ha voluto rendere pubblica questa strana vicenda.

Clicca per leggere la news e guarda il video