Sono due dei principali attoridella scena cinematografica di Hollywood i protagonisti di unpesante scambio di idee. Ebbene si è ormai guerra tra Clooney eCrowe. Secondo alcune indiscrezioni, Russel Crowe avrebbe commentato,in modo poco carino, la scelta di Clooney di prestarsi a diversi spotpubblicitari, dandogli così del venduto, e a quanto pare Crowe, nonha parlato solo di lui, ma pare che abbia etichettato conl'appellativo di veduto, anche Robert De Niro e Harrison Ford.

Clooney ha risposto, molto infastidito e incredulo dell'attaccoricevuto dal collega, commentando in modo un po'ironico le doti canore di Crowe che, come sappiamo, canta nella band 30 Odd Foot of Grunts, dicendo; "Ma chi pensa di esserequel ragazzo?

È un aspirante Frank Sinatra. Mi ha davvero stufato!". Il battibecco è andato avanti, tra dichiarazioni alla stampa ecommenti poco carini, per giorni.

Certo, gli appassionati di cinemacontemporaneo avrebbero sperato in una lotta risolta in un atto disingolare audacia o da un combattimento mortale in un'arena romana, einvece il loro battibecco si è risolto in versi. E si, avete capitobene. Secondo Clooney, Macho Man Crowe, il Gladiatore, ha cercato diriconciliare i rapporti, inviandogli delle poesie. Un libro dipoesie. Un fatto davvero strano, va bene lo scambio di pareri senzaesclusione di colpi, ma chi si sarebbe mai aspettato, da Crowe, ilMacho in assoluto, colui che da vero Gladiatore lottava con leoni e tigri, l'invio di un libro di poesie a Clooney per riconciliare iloro rapporti? Beh credo che pochi di voi ci avrebbero scommesso!